Bus e rimborso abbonamenti a neodiplomati, Buonguerrieri (FdI): “Sindaci chiedano attuazione a Bonaccini”

0
147
alice buonguerrieri

(Sesto Potere) – Bagno di Romagna – 9 ottobre 2020 – “L’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna ha approvato all’unanimità una risoluzione, proposta dal centrodestra, in cui si propone di prevedere un rimborso non nominale e possibilmente in denaro degli abbonamenti al trasporto pubblico locale sottoscritti per studenti neodiplomati”. Lo annuncia Alice Buonguerrieri, vice coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia e responsabile del comprensorio cesenate, consigliere comunale a Bagno di Romagna.

“Anche nel nostro territorio – spiegano Buonguerrieri e Cesare Polidori, coordinatore Valle del Savio di Fratelli d’Italia – molte famiglie si sono ritrovate nella condizione descritta dall’emendamento: il voucher nominale emesso a rimborso da Start Romagna in favore di un figlio neodiplomato o che comunque non persegue l’iter scolastico iniziato, al quale non serve più l’abbonamento al trasporto pubblico locale, è di fatto inutilizzabile. Un’anomalia che andava contrastata, questo è lo scopo della risoluzione proposta da Forza Italia e sostenuta in Regione da tutto il centrodestra, che costituisce una vittoria politica, anche se la vittoria più importante è quella delle famiglie”.

bus start romagna

Ora, però, la risoluzione deve essere trasformata in atti concreti: chiede Fratelli d’Italia.

“Parliamo di cifre non trascurabili per una famiglia – osservano Buonguerrieri, Polidori e Nicholas Pellegrini, consigliere comunale FdI a Mercato Saraceno – visto che si tratta di voucher del valore anche superiore a 100 euro. Chiediamo che il rimborso avvenga in denaro, oppure che il rimborso possa essere utilizzato da un altro figlio laddove ciò sia possibile. Adesso tutto è in mano al Pd: siccome sono coinvolte diverse famiglie del Cesenate e in particolare della Valle del Savio, è bene che i Sindaci del territorio monitorino il tutto e sollecitino Bonaccini perché dia attuazione alla risoluzione. Quel che conta è trovare una soluzione per il bene dei cittadini, in particolare in un momento di difficoltà come quello che stiamo affrontando”.