Brigate Rosse, solidarietà Bevilacqua (Ugl Emilia-Romagna) a sindaci e Bonaccini

0
105

(Sesto Potere) – Bologna – 11 novembre 2020 – “L’ Ugl dell’Emilia-Romagna esprime la massima solidarietà e vicinanza ai sindaci di Bologna, Modena, Reggio, Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì, ed anche al governatore Stefano Bonaccini, raggiunti in questi giorni nei loro luoghi di lavoro da lettere di minacce firmate ‘Nuove Brigate Rosse’, con gravissime intimidazioni estese anche alle comunità locali ed ai soggetti socio-economici attivi della nostra regione. Il nostro stesso sindacato, nelle scorse settimane (vedi foto qui nella pagina, ndr), è stato preso di mira con minacce fisiche e scritte minatorie nelle sedi, anche a Bologna, a testimoniare un clima che si sta avvelenando ogni giorno di più”:

scrive in una nota Tullia Bevilacqua, segretario regionale Emilia-Romagna dell’Ugl (nella foto in alto).

“In attesa che le indagini delle Forze dell’ordine facciano il loro corso, riteniamo doveroso affermare che è sempre da condannare ogni attacco verbale o materiale portato da soggetti che pescano nella peggiore violenza ideologica degli anni Settanta tentando di riportare le nostre istituzioni democratiche in quel clima di paura, odio e incertezza che abbiamo tutti vissuto , anche con perdite di vite umane, nei cosiddetti “anni di piombo”. Ma non saranno certo questi messaggi, queste vili minacce, a comprimere i valori della libertà, del confronto e della convivenza tra i cittadini e le istituzioni politiche, economiche e sociali, che la stessa Ugl difende da sempre e ad ogni costo, e a maggior ragione in questa fase storica di emergenza sanitaria particolarmente difficile e delicata per tutti”: conclude il segretario regionale Emilia-Romagna dell’Ugl, Tullia Bevilacqua.