Bologna, un “busto” per proteggere la Garisenda

0
95

(Sesto Potere) – Bologna – 1 febbraio 2020 – Il Comune di Bologna continua a prendersi cura della Torre Garisenda.

Da ieri il cantiere attorno a uno dei monumenti simbolo della città si è allargato comprendendo l’area pedonale limitrofa (eccetto la torre degli Asinelli e la statua di San Petronio), per consentire la fase dei lavori successiva ai primi risultati delle indagini e dei rilievi decisi dal Comitato scientifico per la conservazione della torre, nominato un anno fa dal sindaco Virginio Merola.

I lavori di questa prima fase, approvati dalla Soprintendenza, dureranno sei mesi e consistono nell’avvio del consolidamento del basamento della Garisenda per alzare i margini di sicurezza che si sono ridotti nel tempo a causa della vetustà della torre e del deterioramento dell’apparato murario.

I lavori cominceranno con l’applicazione attorno al basamento di una cintura che funzionerà come un “busto” in modo da comprimere e rendere così più solido il nucleo ai piedi della torre.

L’intervento proseguirà poi con delle iniezioni di malta all’interno del basamento per renderlo ancora più stabile e robusto. Nel corso dei lavori verrà inoltre ampliata la strumentazione per ottenere un monitoraggio sempre più dettagliato e studiare così i cambiamenti del comportamento della torre durante il consolidamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here