(Sesto Potere) – Bologna – 15 gennaio 2022 – Il sindaco di Bologna Matteo Lepore ha firmato un’ordinanza che, con effetto immediato e fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 fissata dal governo al 31 marzo , consente l’accesso a palestre, piscine, centri e impianti sportivi comunali, sia al chiuso che all’aperto, esclusivamente ai soggetti in possesso della certificazione verde COVID-19 “rafforzata”.

Sono esclusi i soggetti di età inferiore ai dodici anni e le persone esenti dalla campagna vaccinale, sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute.

La misura è stata adottata visto l’evolversi della situazione epidemiologica, che continua a destare preoccupazione e richiede interventi che consentano di rallentare il diffondersi della pandemia anche con misure straordinarie, e considerando anche le caratteristiche di palestre, piscine, centri e impianti sportivi che non permettono di garantire in modo continuativo il distanziamento.

Si è reso quindi necessario, al fine di tutelare la salute delle persone, adottare stringenti misure di contenimento alla diffusione del virus mediante ulteriori azioni di prevenzione e contrasto rispetto a quelle già previste dalle attuali norme in vigore.

“L’obiettivo è proseguire in condizioni di sicurezza lo svolgimento dell’attività sportiva, fondamentale ancora di più in questo momento per il benessere psico-fisico delle persone – sottolinea l’assessora comunale allo Sport Roberta Li Calzi -. Per questo abbiamo deciso di richiedere il possesso del green pass rafforzato a tutte le persone che, a qualsiasi titolo, accedano nei nostri impianti sportivi”.