Bologna, nei primi 6 mesi dell’anno 1 impresa su 4 ha fatto ricorso alla banche

(Sesto Potere) – Bologna – 15 ottobre 2019 – Per il 15% delle imprese bolognesi il fabbisogno di credito è aumentato in questi mesi. E solo il 2% si è visto rifiutare la richiesta di credito alle banche di riferimento. Quasi 8 imprese bolognesi su 10 ritengono adeguate la quantità di credito disponibile e la tipologia degli strumenti finanziari offerti. E circa 6 imprese su 10 ritengono adeguati anche i tempi di valutazione ed accettazione delle richieste, il tasso applicato e le garanzie richieste.

 Cala leggermente rispetto ad un anno addietro l’apprezzamento per i costi complessivi dei finanziamenti: se nel 2018 2 imprese su 3 ritenevano i costi in linea con le attese, ora le opinioni sono equamente divise tra soddisfatti ed insoddisfatti.

Il 96% delle imprese bolognesi si è sempre trovato in condizione di poter adempiere agli impegni finanziari assunti con le banche in questi primi sei mesi del 2019, e la metà degli operatori non ha indicato criticità, ritenendo le condizioni applicate soddisfacenti.
Tra le principali criticità emerse invece, restano l’aumento dei costi e delle commissioni applicate (per il 33% delle imprese, sono 15 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo del 2018), l’aumento dei tassi e la riduzione della quantità del debito concesso (entrambi attorno al 6%).
Tutto questo emerge nell’indagine della Camera di Commercio di Bologna dedicata all’accesso al credito da parte delle Pmi bolognesi nei primi 6 medi del 2019 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *