Bologna, medaglie d’onore agli ex deportati ed internati

(Sesto Potere) – Bologna – 9 febbraio 2019 – Si è svolta  in Prefettura a Bologna la cerimonia di consegna delle medaglie d’onore concesse dal Presidente della Repubblica, ai sensi della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra, o ai loro familiari.

premiazione concorso bologna

Alla presenza del Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali Sen. Lucia Borgonzoni, di numerosi parlamentari, delle più alte Autorità religiose, civili e militari della provincia di Bologna, il Prefetto Patrizia Impresa ha voluto sottolineare il significato della ricorrenza che quest’anno ha visto insigniti cittadini del Comune di Bologna, del Comune di Casalecchio di Reno e del Comune di San Giovanni in Persiceto.

Sono state consegnate: medaglia d’onore a  Emo Bianchi e tre medaglie d’onore alla memoria di Amedeo Gualandi; Gino Morandi; e Guido Biancani.
Quest’anno la Prefettura di Bologna ha ospitato anche il Premio Nazionale “Giovanni Grillo” promosso dalla Dott.ssa Michelina Grillo in memoria del padre Giovanni, militare dell’Aeronautica, deportato nei lager nazisti, la cui vicenda è stata narrata dalla figlia.
Il premio è patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’Aeronautica Militare ed è rivolto agli studenti degli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado che hanno presentato, nella

prefettura bologna

ricorrenza del  Centenario della Grande Guerra, elaborati sui temi legati alla risoluzione non violenta dei conflitti, con particolare riferimento all’art. 11 della Costituzione Italiana.

Sono state premiate le classi: 2^ L della Scuola Secondaria statale di primo grado “Giovanni Pascoli” di Torre Annunziata (NA) per l’elaborato “Mani no muri”; 3^ D dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Salzano (VE) per l’elaborato “Le note della speranza” ; 4^ H del Liceo Scientifico “L. Nostro/L. Repaci” di Villa San Giovanni (RC) per l’elaborato “Stop! Il futuro non ha domani se alimentato dal sangue” ; 5^ A del Liceo Economico Sociale di Bassano Romano (VT) per l’elaborato “Pace” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *