Bologna, la Ciclovia del Sole premiata all’Oscar italiano del Cicloturismo

0
255

(Sesto Potere) – Bologna – 21 giugno 2021 – La Regione Emilia-Romagna con la Ciclovia del Sole, sale sul podio dell’edizione 2021 dell’Oscar italiano del Cicloturismo, la manifestazione che da sei anni assegna un riconoscimento alle ‘vie verdi’ delle Regioni italiane che si sono particolarmente distinte nell’attenzione al turismo “lento” e che hanno saputo valorizzare i percorsi ciclabili completandoli con servizi idonei allo sviluppo del turismo su due ruote.

Ciclovia del Sole da drone

La Regione Emilia-Romagna si è classificata al secondo posto subito dopo l’ex-aequo di Provincia Autonomia di Trento con la ‘Green road dell’acqua’ e Regione Calabria con la ‘Ciclovia dei Parchi’ e davanti a Regione Marche con il ‘Grande Anello del Borghi Ascolani’. Menzione speciale di Legambiente è stata inoltre assegnata alla Regione Basilicata, con la ciclovia ‘Da Matera alle Dolomiti Lucane’.

Sedici le Regioni e Province autonome che hanno partecipato a questa edizione che si è conclusa sabato scorso a Pescara con la cerimonia di premiazione.

Sommando le ciclovie premiate si sfiorano i mille chilometri di piste che spaziano tra sentieri, argini e tratti asfaltati con incursioni in ciclabili urbane, tra percorsi ferroviari dismessi e strade bianche.

Il nuovo tratto della Ciclovia del Sole, inaugurato il 13 aprile scorso, si snoda tra Mirandola (lacalità Tramuschio) nel modenese, a Sala Bolognese (Osteria Nuova) nel bolognese. Realizzato in due anni dalla Città metropolitana di Bologna sull’ex ferrovia Bologna-Verona,  è stato finanziato con 5 milioni di euro erogati dalla Regione Emilia-Romagna,

Ciclovia del Sole prima e dopo

capofila del progetto, da fondi ministeriali, grazie alla disponibilità di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), che ha concesso l’uso del vecchio tracciato. Segnalata e attrezzata, la Ciclovia è inserita nell’EV7 Eurovelo, tracciato europeo di oltre 7mila chilometri che unisce Norvegia a Malta, e che le conferisce un’importanza strategica nell’attrarre cicloviaggiatori non solo italiani ma, soprattutto, europei.

Cicloturismo, che passione

Questa edizione dell’Oscar si è svolta in un vero e proprio momento d’oro per la bicicletta, sia in termini di vendite, con oltre 2 milioni di bici vendute nel 2020 – pari a un incremento del 17% rispetto al 2019 (dati ANCMA) -, sia per la crescita del numero dei cicloturisti Italia che secondo Isnart-Unioncamere e Legambiente sono aumentati, sempre nel 2020, del 17% raggiungendo i 4,7 milioni (su 27 milioni di turisti italiani) con una spesa turistica di circa 4 miliardi di euro sui 23 totali.

Un interesse fotografato anche dalle rilevazioni di Isnart-Unioncamere sui volumi di traffico Google, dove le  ricerche con parola chiave “bici”, nel luglio 2020, sono aumentate del 300% rispetto allo stesso mese del 2019.