(Sesto Potere) – Imola – 15 novembre 2021 – Si intitola “Comuni e Città nel Pnrr –Confronto fra amministratori del Consorzio pubblico Con.Ami”, l’incontro che si è svolto ieri all’autodromo internazionale “Enzo e Dino Ferrari” di Imola e che ha riunito i vertici del Consorzio Azienda Multiservizi Intercomunale costituito da 23 Comuni soci in rappresentanza di 3 Province e 2 Regioni.

L’assise è stata convocata dal sindaco di Imola, Marco Panieri, nella sua veste di presidente dell’Assemblea dei Sindaci del Con.Ami, insieme al presidente del CdA del Consorzio, Fabio Bacchilega, con l’invito rivolto a partecipare a tutti i sindaci e le giunte dei 23 Comuni del Con.Ami, ai Consiglieri delegati, ai segretari comunali ed ai dirigenti, aperto anche ai consiglieri regionali, deputati e senatori del territorio.

Gli interventi – L’incontro è stato aperto da Marco Panieri, in qualità di presidente dell’Assemblea dei Sindaci del Con.Ami, seguito dal presidente del CdA di Con.Ami, Fabio Bacchilega e dalla coordinatrice dei corsi di laurea dell’Università di Bologna sul nostro territorio, Patrizia Tassinari.

In video collegamento sono intervenuti il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, che è presidente dell’UPI nazionale e Matteo Lepore, sindaco di Bologna e della Città Metropolitana, che ha appena istituito la cabina di regia metropolitana per i “Fondi PNRR”; il nuovo direttore generale del Con.Ami, Giacomo Capuzzimati; il referente per il PNRR e fondi europei di Anci nazionale, Paolo Testa, collegato in videoconferenza; l’europarlamentare on. Paolo De Castro, Primo Vicepresidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale, con un video messaggio e il direttore generale della regione Emilia Romagna, Francesco Raphael Frieri.

I lavori sono stati conclusi da Paolo Calvano, assessore al bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale, della Regione Emilia-Romagna.

“La sfida del PNRR è una sfida che si può vincere solamente insieme com’è nello stile e nella tradizione dell’Emilia-Romagna – ha affermato l’assessore al bilancio della Regione Emilia-Romagna, Paolo Calvano -. Abbiamo un’occasione storica per utilizzare fondi straordinari per realizzare politiche e investimenti altrettanto straordinari”.