(Sesto Potere) – Bologna – 29 dicembre 2022 – “Immaginate che adesso tutte le persone del mondo facciano una somma ogni secondo per 365 giorni. Alla fine, avranno sviluppato una potenza di calcolo complessiva che Leonardo sviluppa questa in un solo secondo”. Il presidente del Cineca, Francesco Ubertini, riassume così i poteri del supercomputer Leonardo, il quarto calcolatore più potente al mondo, (nella foto in alto), che da alcune settimane lavora giorno e notte negli spazi del Tecnopolo di Bologna.

Si parla della città bolognese della scienza dove si concentrerà oltre l’80% della capacità di supercalcolo nazionale, il 20% di quella europea, con applicazioni pratiche in tutti i settori: transizione ecologica e lotta ai cambiamenti climatici, transizione digitale, sanità, tempi delle città e logistica, imprese e processi produttivi sostenibili, agricoltura.

A fine novembre l’inaugurazione del supercomputer Leonardo presso il Tecnopolo Cineca di Bologna alla presenza – tra gli altri – anche del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nell’occasione è stato spiegato che il 50% della potenza di calcolo generata da Leonardo sarà infatti a disposizione degli istituti di ricerca e delle università italiane; il resto sarà utilizzato dai ricercatori europei.

“E Leonardo- annuncia sempre Ubertini – al massimo nell’arco temporale di un anno e mezzo avrà una sua espansione, che si chiamerà Lisa, da Monna Lisa (la Gioconda dipinta da Leonardo da Vinci, nella foto a lato): insieme, per una capacità di supercalcolo ancora maggiore”.

“La speranza è che questa enorme competenza al servizio del Paese lavori in silenzio. Perché se tutto funziona bene, dalla mobilità all’aria che respiriamo e l’acqua che beviamo, le cittadine e i cittadini vivono meglio senza accorgersi che dietro ci sono simulazioni che hanno permesso tutto questo”: ha aggiunto il professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’informazione all’Università di Oxford, Luciano Floridi e coordinatore del comitato scientifico di IFAB, la Fondazione internazionale Intelligenza artificiale e sviluppo umano voluta dalla Regione.

Entrambi, Francesco Ubertini e Luciano Floridi, protagonisti  della nuova puntata del podcast: “Ti racconto l’Emilia-Romagna”, on line – con il titolo: “Calcolo ergo sum – la Data Valley dell’Emilia-Romagna” – sul portale della Regione (www.regione.emilia-romagna.it) e sulle piattaforme Spreaker e Spotify al link:  https://www.spreaker.com/user/14186332/emilia-romagna-data-valley