Bologna, delegazione Fratelli d’Italia incontra il questore Barnabei

0
270
galeazzo bignami

(Sesto Potere) – Bologna – 2 ottobre 2020 – Questa mattina Fratelli d’Italia ha incontrato il Questore di Bologna,  Gianfranco Barnabei (nella foto qui a lato, ndr), esprimendo innanzitutto per suo tramite gratitudine per l’azione quotidianamente svolta da tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine sul territorio e apprezzamento per la dedizione con cui le donne e gli uomini delle Forze di Polizia operano sul territorio.

L’On. Galeazzo Bignami (nella foto in alto, ndr) , responsabile nazionale del dipartimento sicurezza di FdI, il Consigliere Regionale Lisei, la Consigliera Metropolitana Evangelisti e il Consigliere Comunale Sassone hanno evidenziato al Questore le numerose e significative criticità presenti sul territorio cittadino e Metropolitano, frutto delle numerose segnalazioni che i residenti hanno sottoposto a Fratelli d’Italia, come il degrado diffuso in Montagnola anche nei giorni di mercato che, passando per il Pincio, giunge sino ai giardini Fava e a piazza dei Martiri. Ma anche situazioni come il Pilastro, il Treno della Barca, Piazza dei Colori, la Bolognina e diverse aree del Centro Storico, oltre che di alcune zone della provincia come Sasso Marconi.

I rappresentanti di FdI hanno auspicato che si proceda con sempre maggior intensità nelle attività di contrasto ai fenomeni di criminalità comune che generano preoccupazione nei bolognesi e in tutta la cittadinanza. Inoltre, FdI rileva come il Questore abbia ascoltato con attenzione le osservazioni e le proposte formulate, ricevendo da lui anche una prima serie di risposte in relazione all’impegno che le Forze dell’Ordine profondono per contrastare i fenomeni criminosi indicati.

Infine, FdI ha offerto la propria disponibilità alla Questura tanto a livello amministrativo, con l’attività dei Consiglieri di FdI nei vari Enti Locali del territorio, quanto a livello legislativo mediante l’attività dei parlamentari di FdI, per lavorare sempre più intensamente al contrasto ai fenomeni criminosi nell’esclusivo interesse della Città di Bologna e del territorio Metropolitano.