(Sesto Potere) – Bologna – 19 marzo 2022 – “Ricordare Marco Biagi, barbaramente assassinato dalle brigate rosse il 19 marzo del 2002, è un dovere civile, morale, istituzionale. Quest’oggi, come coordinatore cittadino per Forza Italia, mi sono recato, insieme a una delegazione di dirigenti e attivisti, in piazzetta Marco Biagi, per deporre un mazzo di fiori  in memoria di chi ha dato se stesso, la propria vita, per difendere i principi in cui credeva.”:

lo scrive in una nota Aldo Marchese, coordinatore cittadino Grande Città di Bologna per Forza Italia.

“A vent’anni di distanza da quel barbaro omicidio, che ha segnato per sempre la nostra storia, la storia di Bologna, vogliamo dire chiaro e forte che l’eredità di Biagi non andrà perduta: Biagi era un grande dialogatore e mediatore, competente giurista e impeccabile consulente, che ha lasciato al nostro Paese quelle regole e quelle norme che consentono al mercato del lavoro di restare al passo con i tempi. E niente e nessuno potrà cambiare la portata delle riforme portate avanti con coraggio in quegli anni. Il suo sacrificio è impresso indelebile nei nostri cuori e non sarà dimenticato. Alla famiglia il nostro pensiero e il nostro commosso abbraccio”: conclude Aldo Marchese.