(Sesto Potere) – Bologna – 25 aprile 2022 – “Durante il corteo del 25 aprile a Bologna i soliti balordi hanno danneggiato la sede di Unicredit e di Eni (con scritte contro la guerra, ndr) e creato scompiglio. Un comportamento grave e inaccettabile che condanniamo fermamente.

Questi gesti efferati nulla hanno a che vedere con la democrazia e la libertà, lo ribadiremo sempre. Auspichiamo che i responsabili siano tempestivamente individuati e che vengano sanzionati come meritano, perché troppo spesso questi episodi rimangono tristemente impuniti. Questi ‘fenomeni’, che evidentemente non comprendo il dono della democrazia e della libertà, andrebbero prima di tutto condannati a risarcire i danni e a fare qualche lavoretto socialmente utile: forse così imparerebbero la lezione, anche se non ne siamo così sicuri.”:

lo scrivono in una nota congiunta Aldo Marchese, (nella foto) coordinatore cittadino Forza Italia Bologna, e
Daniele Aiello, commissario cittadino Forza Italia Giovani Bologna.