Bologna, corteo e rete universitaria del consorzio Gemma per Patrick Zaki

0
107

(Sesto Potere) – Bologna – 18 febbraio 2020 – Lunedì 17 febbraio alle 18, dal Rettorato in via Zamboni 33, ha sfilato il corteo (vedi foto) diretto a Piazza Maggiore per manifestare la solidarietà dell’intera comunità cittadina verso Patrick George Zaki, lo studente egiziano del Master Gemma dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, arrestato dalla polizia al suo arrivo a Il Cairo.

La mobilitazione è stata lanciata dal Consiglio degli Studenti e ha trovato l’immediata adesione del Comune di Bologna, che ha sfilato col Gonfalone, e dell’Alma Mater.

Il sindaco Virginio Merola e il rettore Francesco Ubertini si sono subito riconosciuti nell’invito degli studenti per chiedere con forza che siano rispettati i diritti umani di Patrick e lo studente venga rilasciato per poter tornare presto ai suoi studi.

Alla fine del corteo, in piazza Maggiore, di fronte all’ingresso del Comune, sotto lo striscione di Amnesty International che chiede “Verità per Giulio Regeni”, in programma gli interventi.

“Ha un forte valore ritrovarci sotto al Gonfalone del Comune di Bologna – è il pensiero del sindaco Merola – su cui è impressa una sola parola: Libertà”. Sua la promessa che sarà riconosciuta la cittadinanza onoraria di Bologna a Patrick George Zaki non appena sarà rilasciato dalle autorità egiziane.

Anche le università del consorzio GEMMA hanno manifestato solidarietà a Patrick George Zaky. Non solo quindi il grande corteo a Bologna ma anche, in contemporanea, iniziative pubbliche di solidarietà all’Università di Granada (Spagna), all’Università di Oviedo (Spagna), all’Università di Utrecht (Paesi Bassi), all’Università di Łódź (Polonia), all’Università di York (Regno Unito), alla Central European University (Ungheria).

I sette atenei che collaborano al Master Erasmus Mundus in Studi di genere e delle donne si uniscono quindi in un grande evento europeo aperto a tutti per manifestare solidarietà a Patrick Zaky, chiedendo con forza che i suoi diritti vengano rispettati e che possa tornare al più presto a frequentare le aule universitarie.

GEMMA è un programma di eccellenza sostenuto dalla Commissione Europea, che lo ha selezionato come Master Erasmus Mundus quattro volte consecutive (nel 2006, 2011, 2017 e 2018) e si è distinto come “progetto e modello nel campo degli studi sulle donne e degli studi di genere in una prospettiva europea e globale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here