(Sesto Potere) – Bologna – 1 marzo 2022 – Con la pubblicazione dei bandi che riguardano le attività del cartellone estivo e il progetto Parchi in Movimento si avvia la progettazione di Bologna Estate 2022, il cartellone di iniziative coordinato e promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con la Città metropolitana che quest’anno si svolgerà dal 19 maggio al 4 ottobre.
Il Comune guarda alla bella stagione per offrire ai cittadini tantissime opportunità da vivere all’aperto, con un programma multidisciplinare diffuso su tutta l’area metropolitana, fatto di musica, spettacoli, cinema e itinerari in un mix di proposte culturali, iniziative sportive e di promozione del territorio, anche dal punto di vista turistico ed enogastronomico.

Il cartellone di Bologna estate 2022 sarà particolarmente incentrato sulla realizzazione di progetti di arti performative nelle periferie, anche grazie allo stanziamento straordinario disposto dal Ministero della Cultura per i capoluoghi metropolitani in ottica di inclusione sociale, riequilibrio territoriale, tutela occupazionale e coinvolgimento dell’utenza giovanile. Queste azioni andranno a rafforzare la strategia già attiva del Comune di Bologna di ampliamento dei pubblici e di azioni di prossimità, valorizzando anche luoghi al di fuori del centro storico cittadino.

“Bologna Estate è il simbolo del ritorno alla socialità, allo spettacolo dal vivo sotto le stelle, alla cultura per tutte e per tutti, a un’atmosfera più distesa – dichiara il sindaco Matteo Lepore– stiamo uscendo da un altro inverno difficile, abbiamo voglia e bisogno di ripartire insieme. Quest’anno, oltre ai bandi pubblicati oggi, stiamo lavorando a un nuovo bando in uscita a giorni per un grande progetto speciale dedicato a una nuova straordinaria piazza della città: la Tettoia, fino ad ora conosciuta come Nervi, che diventerà “Piazza coperta Lucio Dalla” e che torna a vivere dopo anni di lavori e sarà il nuovo luogo di incontro dell’estate bolognese. Da anni lavoriamo nella logica di un’estate di prossimità, con proposte di qualità diffuse nei quartieri; quest’anno più che mai sarà l’estate delle periferie, anche grazie alle risorse ministeriali con le quali raddoppieremo i fondi per l’estate e le iniziative culturali nei quartieri fuori dal centro storico”

“Bologna Estate 2022 – dichiara la delegata del Sindaco alla Cultura Elena Di Gioia – si propone con una modalità espansa sia nel tempo, sia nello spazio, con il protagonismo delle aree della periferia e degli spazi diffusi e suggestivi dell’area metropolitana. Bologna Estate 2022 sarà una grande Festa delle Arti e della Creatività con il coinvolgimento straordinario di artiste e artisti per una ritrovata relazione culturale con le comunità. Bologna nella città e nel paesaggio metropolitano da vivere con curiosità, sorpresa, partecipazione da parte di chi la abita e di chi la visiterà”.

Il bando Bologna Estate 2022 selezionerà progetti di alto valore qualitativo, distribuiti in maniera equilibrata tra vari generi. I luoghi di Bologna Estate 2022 in città potranno trovarsi sia dentro che fuori dal centro storico, con speciale riguardo a spazi di interesse sociale, culturale, storico-artistico o naturalistico.
Per i progetti di area metropolitana si intende valorizzare il patrimonio culturale e il paesaggio naturale attraverso itinerari tematici, promuovendo soprattutto l’aggregazione degli operatori disponibili a realizzare attività nel contesto di un progetto unitario di rete.
Costituiscono criterio di preferenza la capacità dei progetti di creare sinergie tra diverse realtà, anche interagendo con operatori e reti già operanti sul territorio della manifestazione, così come l’impiego di artisti e maestranze locali, nonché l’intreccio della programmazione tra Bologna e l’area metropolitana.

A Bologna il cartellone includerà, come di consueto, la programmazione estiva dell’Istituzione Bologna Musei, delle Fondazioni a cui il Comune partecipa – Teatro Comunale, Cineteca, Ert Emilia Romagna Teatro e Fondazione per l’Innovazione Urbana -, delle biblioteche comunali, dei teatri di proprietà comunale e i progetti metropolitani promossi da Comuni e Unioni di Comuni coerenti con l’impianto generale del cartellone.
Tutti i progetti, indipendentemente dall’ambito territoriale (città o area metropolitana o entrambe) potranno essere presentati entro e non oltre le ore 12 di giovedì 31 marzo 2022.

Torna Parchi in Movimento
Viene riproposta la rassegna ‘Parchi in Movimento’, in collaborazione con l’AUSL di Bologna, che nell’edizione 2021 ha coinvolto quasi 20.000 partecipanti. Per l’intera estate verrà offerto un palinsesto multidisciplinare di attività motorie gratuite per tutte le età, con istruttori qualificati delle realtà sportive cittadine, animando oltre ai sei parchi cittadini delle precedenti edizioni (Parco Nicholas Green, Parco di Villa Angeletti, Giardino del Velodromo, Parco San Donnino, Parco dei Cedri-Lungosavena, Giardino Lunetta Gamberini) anche il Parco Pier Paolo Pasolini che si aggiunge in un’ottica di maggiore rafforzamento delle attività fuori dal centro storico, nell’anno in cui ricorre il centenario della nascita di uno dei figli più illustri di Bologna, così legato peraltro alle periferie urbane.
I progetti dovranno essere presentati al Comune di Bologna entro le ore 12 di giovedì 31 marzo 2022.

Un bando per gli sponsor
Il Comune di Bologna accoglie proposte da parte di sponsor interessati a sostenere le attività culturali a fronte di un ritorno di immagine, con opportunità di visibilità e partnership nell’ambito di specifici progetti, con particolare riferimento a Bologna Estate. Le proposte di sponsorizzazione dovranno pervenire a:
culturapromozione@pec.comune.bologna.it
Le proposte di sponsorizzazione relative al cartellone di Bologna Estate dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo 2022 alle ore 12; il bando resterà poi aperto fino al 15 dicembre 2022 per accogliere le proposte di sponsorizzazione di altri progetti culturali.