Biondi (Fi): “Liberali, ma con un’anima anche di destra, pragmatica e proiettata nel futuro”

0
265

(Sesto Potere) – Forlì – 9 settembre 2021 –  Conferenza stampa oggi con il capogruppo comunale Lauro Biondi, l’ex consigliere provinciale Rotilio Biserna e il coordinatore provinciale di Forza Italia Seniores di Forlì Massimo Viroli (vedi foto).

Il punto centrale è nei passaggi dedicati al percorso politico degli ex azzurri entrati in altri partiti.

“Hanno parlato di ‘ritorno a casa’, hanno sentito ‘il richiamo della foresta’… a destra. Ma questo vuol dire che o prima o dopo hanno sbagliato qualcosa. Mentre qui c’è chi ha dimostrato coerenza, dal 1994 ad oggi. Siamo tra i fondatori del centrodestra, con Berlusconi siamo stati protagonisti della rivoluzione liberale che , pur realizzata parzialmente, era ed è il tratto distintivo dell’identità di Forza Italia. A Roma come a Forlì. Ma il partito rappresenta, come nel caso di Rotilio Biserna, anche quell’area storico/culturale di destra che altri hanno rappresentato nelle istituzioni. Una destra che non guarda al passato, ma è proiettata nel futuro, con pragmatismo: come quando sollecitiamo i progetti infrastrutturali ed i collegamenti tra Forlì e il porto di Ravenna e l’interporto di Cesena, con la Toscana e la Statale 67, o la riqualificazione del centro storico e la sicurezza delle periferie. Questa è Forza Italia. Un partito con più anime e culture”: ha detto fra l’altro Lauro Biondi, che in altri passaggi è stato anche più duro con gli ex colleghi di partito che sono approdati in altre forze politiche: “Per me sono ‘scappati di casa’…”, inteso in senso letterale: “hanno abbandonato la casa madre”.

Rotilio Biserna, avvocato, nato il 31 gennaio 1947, ha ripercorso – anche con foto d’epoca – la sua lunga esperienza politica, elettiva e amministrativa dal 1977, primo segretario eletto dell’ Msi di Forlì, passando all’esperienza de “L’Intesa”, fino all’ultimo approdo berlusconiano: “Berlusconi sdoganò la parte migliore dell’ Msi e a lui devono tutto molti politici” . Di Biserna le parole più critiche verso Galeazzo Bignami e Luca Bartolini, entrati in Fratelli d’Italia: “si confrontano due modi di fare politica: quella scelta per passione con coerenza (penso a Gastone Proli), e, al contrario, chi matura scelte per opportunismo”.

Rincara la dose Lauro Biondi: “Parlano di: ‘richiamo della destra’, si dicono: ‘patrioti’, ma è una mistificazione, mi viene la pelle d’oca… Il nostro, con le osservazioni di oggi, non vuole essere un tentativo di dare più peso elettorale a Forza Italia, ne facciamo soprattutto una questione culturale… Ci sarà dibattito dopo il voto del 3 e 4 ottobre”.

Non mancheranno le occasioni di confronto e dibattito politico.

In autunno, proprio dopo la tornata amministrativa (che in provincia riguarda Bertinoro, Cesenatico, Gatteo e Sogliano), il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini dovrebbe fornire una prima ricognizione programmatica di metà mandato amministrativo, e sul tappeto c’è anche la questione di un ipotetico ampliamento della giunta.