Bevilacqua (Ugl Emilia-Romagna) al ministro Orlando: “Prorogare cassa integrazione e potenziare politiche attive del lavoro”

0
213
Tullia Bevilacqua

(Sesto Potere) – Bologna – 7 giugno 2021 – Il segretario regionale di Ugl Emilia-Romagna, Tullia Bevilacqua (nella foto in alto), coglie l’occasione della presenza del ministro del Lavoro Andrea Orlando  a Bologna per la firma di un apposito protocollo d’intesa per la nuova e buona occupazione con il governatore   Bonaccini (foto qui in pagina) per lanciare un appello importante: “E’ necessaria la proroga della cassa integrazione per cessazione di attività in quanto, riteniamo, che molte piccole imprese non saranno in grado di ripartire e soprattutto è necessaria una adeguata e veloce riforma degli ammortizzatori sociali nell’ottica della semplificazione degli stessi ammortizzatori e delle procedure”.

“Visto il blocco dei licenziamenti fino al 30 giugno, come Ugl si ribadisce al ministro la necessità di potenziare le politiche attive del lavoro per evitare disoccupazioni che durino nel tempo con evidente carico dei costi sulla collettività già, per altro, fortemente provata dall’emergenza sanitaria. In tempi di Covid la Regione Emilia Romagna, unitamente a tutto il Paese nonché agli Stati dell’Ue, è chiamata ad una grande sfida, sia economica che sociale, perché l’emergenza non è solo sanitaria, ma è anche occupazionale e sociale, che si aggiunge anche alle conseguenze precedenti e negative di una globalizzazione non sempre controllata dai singoli Stati e dall’Europa”: aggiunge Tullia Bevilacqua.

“In questa fase di duplice emergenza è indubbio che i cambiamenti voluti dal Governo e dal presidente Draghi hanno generato un nuovo clima che si potrebbe definire di “moderato ottimismo. E questa regione ha fornito al dibattito nazionale un modello concertativo e di ampio confronto democratico tra forze sociali, datoriali ed istituzioni che come è noto ha prodotto un documento unico e di assoluta rilevanza politica che è il “patto per il lavoro e il clima”, i cui contenuti sono ripresi nel documento strategico regionale 2021/2027 del quale sottolineo alcuni temi importanti come: la conoscenza e i saperi, la transizione ecologica, i diritti/doveri, il sostegno al lavoro ed alle imprese, le nuove opportunità”: elenca il segretario regionale di Ugl Emilia-Romagna.

“Oltre all’impegno nel versante economico, per il nostro sindacato è importante la governance in ambito sociale e nel welfare. In questa regione sono stati stanziati rilevanti contributi per le famiglie e per l’affitto, ma adesso servono consistenti e ulteriori agevolazioni per l’acquisto della prima casa ampliando la platea dei possibili fruitori. Come Ugl riteniamo che tutte le risorse messe in campo, nazionali o regionali, siano da mettere in stretta correlazione con il PNRR e con l’accordo di partenariato 2021/2027 al fine di investire su donne ed uomini, e per fornire anche una possibile, forte, spinta alla natalità ed alla competitività delle imprese che in Emilia-Romagna, hanno saputo dimostrare di essere non solo lungimiranti ma anche legate al territorio. E tutto questo grazie anche alla collaborazione proficua fra Enti e parti sociali”: conclude Tullia Bevilacqua.