Beni culturali e ambientali a rischio, forum a Ravenna

(Sesto Potere) – Ravenna – 29 novembre 2019 – Ha riscosso un notevole successo l’iniziativa “Beni culturali e ambientali a rischio. Competenze, formazione e strategie territoriali”, che si è tenuta la settimana scorsa nella prestigiosa cornice di Palazzo Corradini a Ravenna.

.Beni culturali e protezione civile - plateaL’incontro era organizzato dal Dipartimento Beni Culturali dell’Università di Bologna e dall’Associazione Volontari Protezione civile “R.C. Mistral” di Ravenna, con la collaborazione del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e del Comune di Ravenna.

Il convegno  ha sviluppato un dialogo a più voci per incrociare la domanda e l’offerta di ricerca e formazione sul tema dei beni culturali e ambientali a rischio.

Un dialogo tra le Istituzioni che esercitano le responsabilità (Comune, Mibact, Regione) e quelle che possono contribuire alla formazione di figure competenti e alla ricerca scientifica per il miglioramento degli interventi (Università, INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Fondazione Flaminia), senza dimenticare il ruolo dei volontari quale risorsa indispensabile e attiva sul territorio.Beni culturali e protezione civile - esempio esercitazione

Sono intervenuti, tra gli altri, Mariangela Vandini del Dipartimento Beni Culturali, che ha sottolineato il ruolo dell’Università e della formazione nella protezione dei beni culturali a rischio e Flavia Sansoni dell’Associazione “R.C. Mistral”, che ha evidenziato l’importanza della sinergia fra i volontari della protezione civile e i futuri laureati in Beni culturali per scambiarsi informazioni e modalità operative al fine di dare una risposta efficace alle esigenze del territorio.

E’ intervenuto anche  Marco Bacchini del Servizio Area Romagna, che ha illustrato il modo con cui i beni culturali e ambientali vengono considerati in sede di pianificazione dell’emergenza. Beni culturali e protezione civile - intervento

Sul tema specifico sono stati fatti focus sul “Programma Nazionale rischio sismico” e sulla recente esercitazione di protezione civile “Romagna 2019”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *