Ballottaggi, in E-R: vincono Fabbri e Zattini (centrodestra), e Lattuca e Giovannini (centrosinistra)

(Sesto Potere) – Bologna – 10 giugno 2019 – Affluenza e preferenze, c’è attesa in Emilia-Romagna in questo secondo turno di ballottaggio delle elezioni comunali.

alan fabbri

Il dato riferito a 10 Comuni su 13 si registra il  52,50% di un’affluenza alle ore 23 contro il  69,06% del primo turno. A 12 Comuni su 13 il dato dell’affluenza è del 53,68% contro il 68,96% del primo turno.

A Ferrara con 90 sezioni scrutinate su  160 il candidato sindaco del centrodestra Alan Fabbri è in vantaggio col 56,70% contro il candidato sindaco del centrosinistra Aldo Modonesi, fermo a 43,30%.

lattuca

Quando sono state scrutinate 158 su 160 Fabbri è in vantaggio con il 56,72% rispetto al 43,28% del suo competitore .

A Forlì con 108 sezioni pervenute all’ufficio elettorale del Comune su complessive 109  s’è registrata un’affluenza del 56.99%. Con il dato chiuso: 109 sezioni su 109 ha votato il 57.02% degli aventi diritto.

A Forlì con 11 sezioni scrutinate su su 109 il candidato sindaco del centrodestra Zattini è in vantaggio col  55.17% contro il 44.83% di Calderoni , del centrosinistra.

zattini in municipio

A Forlì con 19 sezioni scrutinate   su 109 Zattini è in vantaggio col 53.12% contro il 46.88% di Calderoni.
A Forlì con 26 sezioni su 109 – siamo a un quarto della “torta” –  Zattini è al 53.6% contro il 46.4% di Calderoni.

A Forlì con 103 sezioni su 109 Zattini è al 53.21% contro 46.79% di Calderoni.
A Forlì con 108 sezioni su 109 ed un 53.06% contro un 46.94% dello sfidante il vantaggio di Zattini è ormai incolmabile e già il candidato del centrodestra s’è concesso l’abbraccio degli alleati, dei candidati della civica, della Lega, per una vittoria storica dopo 50 anni di amministrazione comunale gestita dalla sinistra, prima dal Pci e poi dal Pd/Pds/Ds/Dem.

“Sono il 13º Sindaco di Forlì del dopoguerra e sarò il Sindaco di tutti forlivesi.Di chi mi ha votato  e di chi non mi ha votato.Grazie Forlì.”: ha commentato a caldo Zattini.

Calderoni e Ancarani

“Ringraziamo i tanti elettori che ci hanno dato fiducia e, con loro, Giorgio Calderoni per la grande generosità dimostrata nei confronti della città di Forlì e per essersi speso fino all’ultimo giorno di questa lunga e difficile campagna elettorale – affermano Valentina Ancarani e Massimo Zoli, segretario territoriale e comunale del PD forlivese -. Rassicuriamo i forlivesi che ci hanno votato promettendo che faremo una dura e responsabile opposizione. Auguriamo a Gianluca Zattini buon lavoro, auspicando che dimostri di essere il sindaco di tutti i forlivesi e non solo di una parte”.

A Cesena con  81 sezioni scrutinate su 98 è in vantaggio il candidato del centrosinistra Enzo Lattuca 55,56% è in vantaggio 44,44%.

Con 98 sezioni scrutinate su 98 e 24.224 voti incassati Lattuca è stato eletto sindaco di Cesena con una percentuale del 55,74%. Il suo sfidante ha incamerato il 44,26%, pari a 19.233 voti.

Giovannini e la sua “squadra”

A Savignano sul  Rubicone ha vinto Filippo Giovannini del centro sinistra che ha battuto il candidato del centrodestra Marco Foschi con il 56,76% contro.il 43,24%.

“Grazie! Della fiducia, della carica, della passione e dell’affetto che i savignanesi mi hanno trasmesso in questi 5 anni e in questi mesi di intesa campagna elettorale. Le anime di questo gruppo trasudano entusiasmo, emozione, umanità; elementi che ci uniscono e che ci spingeranno a pedalare ancora più forte per i prossimi 5 anni per tutta la nostra Comunità!Solo insieme possiamo!”: ha commentato Filippo Giovannini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *