Progetto Silk-Faw. Bevilacqua, (Ugl): “Premiato modello Emilia-Romagna con sindacati in cabina di regia”

0
121
tullia bevilacqua

(Sesto Potere) – Reggio Emilia – 4 maggio 2021 – “Ci voleva l’Emilia-Romagna, terra di motori e di servizi di qualità, a far sedere allo stesso tavolo imprenditori americani e cinesi per ideare un progetto innovativo in armonia con l’ambiente ed il risparmio energetico”: questo il commento di Tullia Bevilacqua, segretario regionale Ugl Emilia-Romagna in merito al progetto di joint venture fra la Faw, uno dei maggiori produttori automobilistici cinesi, e la società d’ingegneria americana Silk Ev, per attivare un nuovo sito produttivo di auto elettriche di alta gamma nella frazione di Villa Gavassa, nella zona Nord Est di Reggio Emilia,  nel distretto emiliano della Motor Valley.

L’accordo tra le due società è stato firmato a Bologna e prevede un investimento complessivo che supererà il miliardo, con un contributo regionale.

“Lo stabilimento richiamerà oltre mille posti di lavoro, oltre a un ulteriore indotto per le filiere collegate al settore automotive, per non parlare delle sinergie che si potranno stringere con il mondo economico e produttivo del territorio e le specialistiche dell’università con la selezione e la formazione delle migliori competenze giovanili. E’ proprio questa rete virtuosa che ha permesso ai due colossi cinese e americano dell’auto di scegliere la nostra regione. E il nostro modello imprenditoriale, capace ogni volta di modellarsi sulle nuove sfide produttive, ha già fornito le risposte auspicate, visto che in tema di innovazione e ammodernamento infrastrutturale si parla già di costruire un nuovo casello autostradale ‘Reggio Est’, per assecondare le nuove esigenze di mobilità a servizio del nuovo polo industriale, che porterà nuovi posti di lavoro”: aggiunge il segretario regionale Ugl Emilia-Romagna, Tullia Bevilacqua.

Automotive Silk-Faw

“Come sindacato condividiamo le parole dell’assessore regionale Colla che ha tenuto a precisare che questo progetto potrà decollare con la responsabilità di tutti ed il coinvolgimento dei distretti di ricerca, tecnologia e formazione di tutta l’Emilia-Romagna e il supporto dei poli industriali della componentistica e dei servizi innovativi. Il nostro territorio è attrattivo ed il valore aggiunto è proprio nella capacità delle istituzioni di fare squadra nella sintesi della cabina di regia del Patto regionale del lavoro che ci vede protagonisti come Ugl , al pari delle altre parti sociali della nostra regione”: afferma Tullia Bevilacqua.

Il segretario regionale Ugl ricorda come l’ investimento da un miliardo di euro ed i mille posti lavoro promessi per la produzione della supercar elettrica siano uno dei più rilevanti impegni sul nostro territorio dal dopoguerra a oggi: “E come sindacato, ovviamente, vigileremo sugli accordi contrattuali che verranno sottoposti al personale ed ai nuovi assunti. Con l’entrata a regime del sito produttivo di Villa Gavassa potremmo fornire già in un biennio una risposta a certo immobilismo del governo, alle lungaggini amministrative ed ai mille lacci e  lacciuoli che lo Stato impone alle imprese e che noi abbiamo sempre messo all’indice perché ingessano l’economia nazionale. L’Emilia-Romagna ha una marcia in più”: conclude il segretario regionale Ugl Emilia-Romagna, Tullia Bevilacqua.