Auschwitz, Italia Viva Forlì: “Errore grave del sindaco di Predappio”

(Sesto Potere) – Forlì – 9 novembre 2019 – Anche il coordinamento territoriale forlivese di Italia Viva interviene con un comunicato stampa  sul caso dei mancati contributi erogati dal Comune di Predappio all’iniziativa del Treno della Memoria con relativo viaggio studio ad Auschwitz.

Auschwitz

“E’ grave – si legge nella nota dei “renziani” forlivesi –  che il sindaco di Predappio affermi che il treno della memoria è una iniziativa “di parte” perchè “va in un’unica direzione, cioè solo verso Auschwitz”. Quale sarebbe la “parte” giusta secondo il sindaco e quale quella sbagliata? E soprattutto, per lui le due “parti” starebbero sullo stesso piano? Motivare il mancato contributo per la partecipazione con una frase del genere (tra le tante motivazioni che si potevano addurre) denota uno scarso rispetto dell’iniziativa, ma soprattutto della storia. Che ha chiaramente stabilito quale fosse la parte giusta e quella sbagliata nella tragica vicenda del nazifascismo”.

“Banalizzare un’iniziativa rivolta alla trasmissione della memoria alle giovani generazioni della più grande tragedia dell’umanità, è un errore grave. Ma dimostra che ci sono anche tanti adulti che hanno bisogno di avere una maggiore consapevolezza di ciò che è successo: e allora forse il primo a dover salire su quel treno per capire e conoscere meglio di cosa si tratta, sarebbe proprio il sindaco di Predappio”: conclude la nota di Italia Viva Forlì.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *