Auschwitz, Biserna (Forliperbene) al sindaco canali: “Dimettiti”

(Sesto Potere) – Forlì – 9 novembre 2019  Giancarlo Biserna, a nome del Comitato Forliperbene, scrive una lettera aperta – che a seguire pubblichiamo – indirizzata al sindaco di Predappio Roberto Canali  dove sostanzialmente gli si chiede di dimettersi in seguito   alla scelta del Comune di non destinare fondi all’iniziativa del treno della memoria.

“Non capire la differenza fra Auschwitz e le foibe e i gulag per un Sindaco e’ una cosa non solo grave, ma inconcepibile. Come fai a mettere questi massacri sullo stesso piano. Uccidere milioni di persone o “solo” centomila e’ parimenti sconvolgente ma quello che Auschwitz rappresenta e’ l’ eliminazione fatta sistema dell’ uomo in quanto essere umano che tu decidi che non possa esistere più come razza, addirittura com e anima. Le foibe e i gulag sono conseguenza di fatti di tragica disumanuta’, di ferocia della storia e di ideologie perverse, di vendette. I ragazzi devono andare anche nei luoghi delle foibe e dei gulag per capire, per essere migliori, per condannare, per non dimenticare mai, ma andare ad Auschwitz è affermare, testimoniare, imparare che togliere la vita perché vita significa mandare nelle camere a gas anche te, anche tua madre, anche tuo padre, anche Dio, se credi in lui.
Caro Sindaco, non puoi non dimetterti. Non so se capisci o meno la differenza. Se non la capisci, per favore fallo per quelli che la capiscono a partire dalla tua Predappio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *