(Sesto Potere) – Roma – 26 gennaio 2022 – I nuovi rincari che si stanno registrando presso i distributori di carburanti portano oggi un pieno di benzina e gasolio a costare circa 15 euro in più rispetto allo stesso periodo del 2021. Lo afferma il Codacons, commentando i dati settimanali forniti dal Mite-Ministero della Transizione Ecologica.
“Oggi la benzina, con un prezzo medio pari a 1,778 euro al litro, costa il 20,4% in più rispetto ad un anno fa – afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi – Il gasolio (1,647 euro/litro) è aumentato in un anno del +22,3%, incrementi che hanno effetti diretti sulle spese dei consumatori: solo per i rifornimenti di carburante una famiglia spende oggi 362,4 euro in più all’anno a causa dei rialzi dei listini alla pompa”.
“Agli effetti diretti vanno aggiunti quelli indiretti sui prezzi al dettaglio, considerato che in Italia l’85% della merce viaggia su gomma, e che a costi di trasporto più elevati corrispondono listini al dettaglio più cari, con un duplice danno per le tasche delle famiglie” : conclude Rienzi.