(Sesto Potere) – Forlì – 15 marzo 2021 – Con una nota il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, nella foto in alto il capogruppo Minutillo, si dice “preoccupato” degli effetti collaterali che il vaccino AstraZeneca ha prodotto nei confronti di alcuni cittadini in altre zone d’Italia ed ha depositato un question time urgente indirizzato al sindaco di Forlì Zattini.

Un’interrogazione presentata “per capire se il primo cittadino ha ricevuto informazioni e studi da parte del ministero delle salute e da della regione della regione in relazione ad AstraZeneca” e “se ha intenzione di fornire dei chiarimenti alla cittadinanza visto che risulta essere particolarmente preoccupata in modo specifico per quanto concerne le fasce più deboli (anziani e portatori di patologie)”.

zattini

“Abbiamo assistito ai casi accaduti in Sicilia dove successivamente al vaccino sono deceduti due rappresentanti delle forze dell’ordine che ha comportato il sequestro di alcuni lotti da parte dell’autorità. Visto che in alcuni paesi del Nord Europa il vaccino é stato sospeso a titolo precauzionale e vista la bassa percentuale di immunizzazione di AstraZeneca ovvero solamente pari al 59,5% , così come acclarato dagli studi statistici e scientifici, rispetto agli altri vaccini che superano tutti il 90% – Sputnik 92 %, pfizer 90%, moderna 94,5% e johnson 72%”: scrive nella nota il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia.

In giornata, intanto, l’Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale.