(Sesto Potere) – Forlì – 24 novembre 2021 – Ieri, martedì 23 novembre 2021, in consiglio comunale a Rocca San Casciano e in quello svoltosi nello stesso giorno a Dovadola, è stato approvato all’unanimità uno specifico ordine del giorno per chiedere al presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e alla Giunta Regionale l’ammodernamento della SS67 anche nel tratto appenninico romagnolo.

strada ss67

Nell’ ordine del giorno si chiede al Presidente Bonaccini e alla Giunta della Regione Emilia-Romagna: “di mettere tutta la Strada Statale 67 Ravenna-Livorno, compreso il tratto Forlì-Firenze tra cui la porzione di strada rimasta più arretrata da Dovadola al Passo del Muraglione, in una posizione di priorità nella programmazione regionale degli interventi di ammodernamento della viabilità, da realizzarsi poi in accordo con Anas, preposta alla gestione della rete viaria di interesse nazionale”.

“Siamo stati informati che un analogo ordine del giorno sta per essere presentato anche nei seguenti tre Consigli Comunali: Forlì, Castrocaro-Terra del Sole, Portico-San Benedetto. La nostra speranza è che anche in questi Consigli Comunali si possa arrivare ad un’approvazione unanime”: scrivono in una nota congiunta i coordinatori del Comitato Civico SS67 Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini (nella foto in alto, ndr).

“E’ motivo di grande soddisfazione, come Comitato Civico SS67, aver fatto in modo che si torni a parlare del tema ammodernamento della Strada Statale 67 anche nel tratto appenninico. E’ davvero positivo apprendere di queste approvazioni all’unanimità in sedi importanti, quali sono i Consigli Comunali. Forti anche di questi segnali, la nostra mobilitazione continua con grande determinazione”: concludono i tre coordinatori del Comitato Civico SS67.