(Sesto Potere) – Forlì – 6 dicembre 2022 – La sezione forlivese dell’ANPI presenta giovedì 8 dicembre alle ore 16,30 a palazzo Romagnoli via Albicini 12, a Forlì, il nuovo libro di Gianfranco “Miro” Gori (nella foto in alto) dal titolo: “Ceppo e mannaia. Anarchici e rivoluzionari romagnoli nel mondo”.

Ne parlerà, con l’autore il costituzionalista Marco Valbruzzi. Introduce l’incontro il presidente della sezione forlivese dell’ANPI, Vico Zanetti.

Già il titolo che riproduce un motto di saluto degli anarchici romagnoli di quel periodo  spiega l’opera, che racconta, infatti,  le storie di tredici anarchici, protagonisti di gesta e azioni rivoluzionarie in tutto il mondo, tra Ottocento e Novecento.
Alcuni noti, come Andrea Costa, Amilcare Cipriani, Pascoli  e Armando Borghi, altri giustamente riesumati dall’oblio come Pietro Cesare Ceccarelli e Carlo Valdinoci, tracciando allo stesso tempo un ritratto del movimento anarchico italiano del quale i romagnoli furono, all’origine, e non solo, grandi protagonisti.

Un viaggio lungo quasi cent’anni che prende avvio da Felice Orsini, rivoluzionario meldolese, anticlericale e mazziniano convinto, acceso sostenitore dell’indipendenza della sua terra d’origine, la Romagna, dal dominio dello Stato Pontificio, e autore del fallito attentato contro l’imperatore Napoleone III, che gli costò la condanna a morte.

Un viaggio, una vera e propria carrellata storica che si chiude con la figura di un grande partigiano, Sirio Corbari.