(Sesto Potere) – Rimini – 21 novembre 2021 – S’è svolta il 20 novembre la cerimonia di commemorazione per le ventiquattro vittime innocenti cadute sotto la ferocia dei colpi della banda della uno bianca.

Un momento di ricordo molto sentito e partecipato in cui – nel “Giardino della Memoria” di via Circonvallazione Occidentale – erano presenti il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, la presidente dell’Associazione Vittime della “Uno Bianca” Rosanna Zecchi, il suo Vice Alberto Capolungo, la  vice prefetto Patrizia De Angelis e la signora Mosca, vedova di Antonio Mosca (poliziotto che morì in seguito alle ferite subite durante una sparatoria con i membri della banda)  e altri rappresentanti delle istituzioni cittadine.  

Un luogo della memoria – da oggi riconsegnato alla città dopo il recente restauro – in cui sono presenti 24 targhe commemorative e 24 mandorli, per ciascuna delle vittime innocenti cadute sotto la ferocia dei colpi della banda della uno bianca.

Da oggi Rimini è presente on line anche nella mappa digitale, già realizzata per Bologna e per altre città della regione, in cui sono geo-referenziati i luoghi che in 7 anni e mezzo hanno visto in totale 24 morti, 102 feriti e 103 azioni criminali della feroce banda.

La mappa digitale è consultabile al link   https://sitmappe.comune.bologna.it/VittimeUnoBianca/  , oppure anche dai diversi monumenti o cippi dislocati in tutta la regione a ricordo delle vittime, fotografando col telefonino le targhette contenenti i qr-code, presente vicino ai monumenti.