Anche Morrone (Lega) ricorda Borsellino

0
171

(Sesto Potere) – Forlì, 19 luglio. “Due grandi italiani, due grandi magistrati simbolo della lotta alla mafia. Mi riferisco a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino, uccisi nel 1992 a soli 57 giorni di distanza l’uno dall’altro, in due devastanti attentati. Oggi ricordiamo con commozione la strage di via d’Amelio, a Palermo, dove il 19 luglio 1992, ventotto anni fa, morirono Borsellino e cinque agenti della sua scorta”: così in una nota il parlamentare forlivese della Lega Jacopo Morrone.

falcone e borsellino

“Il 23 maggio 1992, nella strage di Capaci, erano stati uccisi Falcone, la moglie e tre agenti della scorta. Una tragica sequenza che ha visto uniti due integerrimi servitori dello Stato la cui memoria dovrebbe accompagnare ogni decisione della politica e della giustizia nell’affrontare questioni che riguardano la criminalità organizzata di stampo mafioso a cui, per nessuna ragione, devono essere fatti sconti”: afferma Morrone.

“Tra le tante riflessioni attribuite al magistrato antimafia Borsellino, mi piace qui ricordarne una che mi ha sempre molto colpito: ‘forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri…’ ”: conclude il deputato del Carroccio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here