(Sesto Potere) – Forlì – 30 dicembre 2021 – E’ grande la soddisfazione del Comitato Civico SS67, nell’apprendere del voto favorevole verificatosi oggi a Roma da parte del Governo, su un Ordine del giorno presentato dal deputato forlivese della Lega Jacopo Morrone, assieme alla collega di partito Elena Raffaelli.

“Con tale voto dell’Esecutivo – affermano i coordinatori del Comitato, Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini (nella foto in alto) – per la richiesta di ammodernamento della Strada Statale 67 il 2021 si chiude bene. L’importante pronunciamento del Governo ci sprona a rimanere attivi sul campo, continuando a portare avanti la petizione per un’adeguata sistemazione della cosiddetta strada dei due mari, collegamento strategico tra il litorale adriatico e quello tirrenico, tra Romagna e Toscana”.

I tre coordinatori poi aggiungono: “Inoltre in queste ore abbiamo appreso anche si un’interrogazione del 29 dicembre di un altro parlamentare forlivese, Marco Di Maio (Italia Viva), indirizzata al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Enrico Giovannini, per sollecitare l’ammodernamento della SS67 appenninica”.

“Ci auguriamo – concludono Bongiorno, Ferrini e Ragazzini – che alle votazioni favorevoli e alle parole seguano i fatti, con il giusto spirito di collaborazione tra i vari livelli istituzionali e tra le forze politiche. Per il nostro piccolo ma battagliero Comitato, vi è anche la soddisfazione di rilevare un primo obiettivo raggiunto: dopo che siamo partiti lo scorso 6 novembre con la nostra mobilitazione, finalmente l’ammodernamento della SS67 è tornato ad essere argomento di primo piano dell’agenda politica”.