Ambulanze con soli infermieri, ok della Cassazione, stop a Ordine Medici di Bologna

0
236

(Sesto Potere) – Bologna – 13 agosto 2020 – In una nota congiunta, Regione Emilia-Romagna e Azienda Sanitaria bolognese esprimono soddisfazione per la decisione della Corte di Cassazione che, sostanzialmente, conferma la legittimità della scelta organizzativa, fatta alcuni anni fa, in merito alla gestione del servizio di emergenza urgenza, in particolare per quanto riguarda la presenza dei soli infermieri sulle ambulanze.

Regione Emilia-Romagna e Azienda Usl di Bologna– recita la nota- prendono atto con soddisfazione della recente sentenza della Corte di Cassazione sull’organizzazione dell’emergenza territoriale 118, che ha accolto il ricorso presentato da alcuni professionisti dell’Ausl cittadina”, con riferimento all’iniziativa dell’ordine dei medici di Bologna che si era opposta sin da subito all’impiego sulle ambulanze dei soli infermieri ed aveva sospeso alcuni medici che avevano approvato i relativi protocolli regionali.
Protocolli che autorizzavano in ogni provincia dell’Emilia-Romagna l’invio di ambulanze con a bordo medici o infermieri in base alla gravità della situazione.

 “Una sentenza che, in sostanza, conferma – conclude la nota congiunta di Regione e Azienda sanitaria di Bologna – il modello organizzativo multidisciplinare del soccorso in emergenza, fondato sulla ricchezza delle diverse componenti professionali che vi partecipano. Modello al quale, anche grazie alla sentenza della Corte di Cassazione, si continuerà a guardare con rinnovata e confermata fiducia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here