Alla scoperta del lato invisibile dei mari: a Rimini il progetto Circles

0
133
spiaggia rimini

(Sesto Potere) – Rimini – 7 giugno 2021 – Famiglie e ragazzi in campo per scoprire il lato invisibile, ma fondamentale, dell’ecosistema marino. Mercoledì 9 giugno, nell’ambito della Rimini Blue Life Fest, gli studiosi dell’Università di Bologna coinvolti nel progetto europeo CIRCLES organizzano un appuntamento aperto a tutti per il campionamento del microbioma marino.

Il professor Marco Candela, coordinatore del progetto CIRCLES, ed Elena Biagi, ricercatrice al Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie, insieme a Giorgia Palladino Daniel Scicchitano, studenti del corso di Dottorato FishMed, coinvolgeranno ragazzi e bambini con una serie di esperimenti di microbiologia per lo studio del microbioma marino in luoghi del mar Adriatico influenzati dall’attività dell’uomo.

campionamenti dell’acqua di mare si faranno infatti sia dove l’attività antropica costituisce uno stress per la salute degli ecosistemi marini, come ad esempio in prossimità della battigia e in aree circostanti alle piattaforme estrattive, sia vicino alle barriere artificiali, dove l’elemento antropico si trasforma invece in una risorsa per il ripopolamento della biodiversità microbica ed è importante per la salute dell’ecosistema.

Le famiglie e i ragazzi saranno poi guidati dai ricercatori di CIRCLES in semplici esperimenti realizzati in un “laboratorio da campo” allestito sul molo.

L’obiettivo è valutare la biodiversità dei batteri presenti nell’acqua di mare utilizzando piastre di microbiologia e diversi terreni di coltura: le immagini delle colonie batteriche nate sulle piastre saranno poi pubblicate dopo pochi giorni sul sito web del progetto CIRCLES.

Nel pomeriggio, infine, durante un aperitivo al club nautico di Rimini, il gruppo di ricerca del progetto CIRCLES sarà protagonista di un evento dedicato alla relazione tra microbiomi marini e inquinamentocambiamento climatico e sostenibilità.

La Rimini Blue Life Fest, che si svolge dal 5 all’11 giugno, è parte del progetto Sailing for Blue Life, promosso dalla Fondazione Cetacea ONLUS in occasione della Decade degli Oceani Unesco. Le iniziative promosse dal progetto CIRCLES, coordinato dall’Università di Bologna, rientrano nella rassegna Aspettando la Notte dei Ricercatori, che comprende eventi dedicate alla divulgazione della ricerca nell’ambito del progetto europeo SOCIETY Rinascimento (G.A. N° 101036092) / Notte dei Ricercatori.

Il progetto, anche quest’anno, è focalizzato sulla sostenibilità declinata rispetto alle parole chiave di rinascita e rinascimento per sottolineare l’esigenza di re(impostare) i rapporti tra uomo e ambiente, uomo e frontiere della conoscenza, uomo e relazioni, quali fattori chiave per uscire dalla condizione pandemica.