Alberi tagliati a Forlì. Il Comune: Era ‘obbligatorio’ abbatterli per tutelare la pubblica incolumità

0
453

(Sesto Potere) – Forlì – 1 aprile 2020 – Da alcuni giorni alcuni cittadini segnalano numerosi tagli di alberi lungo alcuni viali di Forlì (vedi foto). La notizia è rimbalzata nei social, prendendo anche contorni allarmistici. Si sprecano le teorie cospiratorie (si tira in ballo con un po’ di fantasia la rete del 5G) e c’è anche chi crea facile allarmismo o incita all’odio contro le istituzioni.

Ed oggi si registrano le precisazioni dell’Assessore comunale all’Ambiente Giuseppe Petetta che spiega – con un comunicato stampa – la motivazione degli abbattimenti effettuati in alcune zone della città. 

“Nelle scorse settimane i professionisti incaricati hanno svolto una capillare mappatura di parte delle nostre alberature comunali per rilevarne lo stato di salute, le condizioni di stabilità e di sicurezza; attività che proseguirà nei successivi due anni. Gli alberi abbattuti, è bene precisarlo, sono stati classificati da professionisti specializzati in questa tipologia di verifiche come appartenenti alla classe D per i quali è obbligatorio (non facoltativo) disporne l’immediato abbattimento al fine di tutelare la pubblica incolumità”: spiega Petetta.

Entrando nel merito.

“Per dissipare spiacevoli ragionamenti, i rilevamenti sono stati condotti da un raggruppamento di professionisti esterni incaricati a seguito di gara pubblica indetta e conclusa in periodo di vigenza della precedente Amministrazione. Questo ciclo di lavori urgenti e indifferibili al patrimonio arboreo del nostro Comune è stato effettuato con l’obiettivo di garantire, prima di tutto, la sicurezza dei nostri cittadini e la qualità del verde urbano. Aggiungo che, nell’area del Parco urbano e lungo il percorso pedonale nei pressi del fiume Montone, non è in corso alcun abbattimento ma solamente interventi di rimonda dei rami secchi in alcun modo riconducibili alle logiche del 5G.”: aggiunge Petetta.

“Questo Comune è particolarmente attento alla salute e al benessere dei propri cittadini” – conclude l’assessore all’Ambiente – “ed è per questa ragione che, in linea con gli obiettivi prestabiliti nel nostro piano triennale degli investimenti, in questi mesi abbiamo già ripiantato oltre 2mila alberature a cui se ne aggiungeranno 5mila all’anno per il prossimo triennio”.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento l’ assessore fornisce il numero telefonico dell’ Ufficio Manutenzione e Verde del Comune regolarmente attivo ai seguenti numeri: 0543 /712886 – 0543/712866 – 0543/712290 – 0543/ 712885 – 0543/ 712830”.

Giuseppe Petetta

Contattato da SestoPotere, l’assessore Petetta conferma il “pericolo caduta” per le alberature interessate dai tagli:

“Si tratta di alberature lungo alcune strade che sono state valutate con tecnica VTA (Visual Tree Assessment, valutazione visiva dell’albero su basi biomeccaniche, metodologia di indagine, riconosciuta in molti paesi, che viene eseguita per la valutazione delle condizioni strutturali dell’albero, ndr) dal RTI (Raggruppamento temporaneo di imprese) che ha vinto la gara, composto da aziende e professionisti specializzati nel mestiere. Una volta che vengono valutate in categoria D (pericolosa da abbattere) gli uffici danno immediato ordinativo all’impresa che deve provvedere agli abbattimenti nei tempi minimi previsti. L’impresa nonostante il periodo di ferma per Covid 19, svolge un servizio pubblico essenziale in emergenza ed è titolata ad intervenire. Già lo faceva prima del Covid 19″.

L’assessore Petetta ha nuovamente fugato e smentito le voci che correvano sui social:

“Non esiste che si stiano facendo interventi di abbattimenti
“sfruttando il momento”. Non esiste inoltre nessuna attinenza fra abbattimenti delle alberature e favorimento della tecnologia 5G” ribadendo che nel Parco Urbano “non è stato fatto alcun abbattimento”.

Intanto, contro il taglio degli alberi è stata attivata una petizione on line sulla piattaforma Change.org dal titolo: “Bloccare il taglio inopinato degli alberi a Forlì” e con la motivazione che sia necessario salvare le piante: “non costituendo gli alberi pericolo per la circolazione e per le persone e non risultando tali interventi urgenti” che in pochi minuti ha già raggiunto 120 firme

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here