(Sesto Potere) – Roma – 1 luglio 2021 – Si avvicina il consueto appuntamento con i saldi estivi: oggi prenderanno il via in Sicilia e dal 3 luglio in altre 15 regioni.

Un appuntamento che quest’anno i commercianti, più che i cittadini, aspettano con ansia. Dalle stime effettuate dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, emerge infatti che le famiglie approfitteranno di tale occasione per uscire e passeggiare tra i negozi, ma la tendenza agli acquisti rimane bassa.

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha effettuato la consueta indagine per misurare il termometro degli acquisti nelle città di Roma, Milano e Napoli: secondo le intenzioni il 38% delle famiglie (pari a 9,3 mln di nuclei) è propenso ad acquistare a saldo, con una spesa media di 146 Euro a famiglia, per un giro di affari complessivo di 1,36 mld di Euro.

Ad influire su tale andamento non sono solo la crisi e l’incertezza determinate dalla pandemia, ma anche gli ormai numerosi e attesi appuntamenti con le promozioni online, sempre più numerose e dilazionate nel corso dell’anno.

Per chi acquisterà a saldo l’approccio più diffuso rimane quello “tardivo”: i cittadini monitoreranno i prezzi a saldo per capire la loro reale convenienza, magari rimandando gli acquisti più in là, nella speranza che gli sconti aumentino.

Avverrà diversamente solo nei negozi di fascia medio-alta o sugli shop online, dove i cittadini ricercheranno le occasioni più convenienti fin dalle prime ore di apertura della stagione.