Al via Meet the Docs! Film Fest alla Fabbrica delle Candele Forlì

0
150
Matteo Lolletti

(Sesto Potere) – Forlì – 14 ottobre 2020 – Taglio del nastro per la quarta edizione della rassegna forlivese dal respiro internazionale Meet the Docs! Film Fest. Tema di questa edizione è “L’invenzione del reale”. Sarà una quattro giorni dedicata al cinema documentario con proiezioni, incontri, workshop, approfondimenti con  registi, documentaristi, esperti delle tematiche trattate e rappresentanti di alcune realtà locali e nazionali.

Filippo Venturi 

Dal 15 al 18 ottobre alla Fabbrica delle Candele, in Piazzetta Corbizzi 9/30 a Forlì.
La rassegna si aprirà, alle 14,30 di giovedì 15 ottobre, con una videoinstallazione del fotografo Filippo Venturi, presente per tutta la durata del film festival. Sarà possibile ammirarla, infatti, previa prenotazione su info@meetthedocs.it, ogni mezz’ora dalle 17.00 alle 21.30 in tutte e quattro le giornate. 

Matteo Lolletti (direttore artistico di MTDFF20, nella foto in alto) e lo stesso Filippo Venturi presenteranno questo nuovissimo progetto frutto di tre reportage fotografici realizzati durante il lockdown: Riders at the Time of Coronavirus, incentrato sui fattorini che effettuavano le consegne a domicilio, una delle poche categorie legittimate ad entrare in contatto con le persone in isolamento (pubblicato su The Guardian e IlSole24Ore), In Time of Peril, un diario intimo su Ulisse, il figlio di due anni dell’autore (pubblicato su The Washington Post), e Hotel Coronavirus, una raccolta di ritratti e testimonianze delle persone che, positive al Covid, hanno trascorso la quarantena in un albergo apposito, lontano dai propri affetti.

 Per Meet the Docs! Film Fest, Venturi ha rielaborato i tre reportage, trasformandoli in una videoistallazione originale.
Alle ore 15.00, il fotografo terrà il workshop Scattare per the Guardian, in cui spiegherà come si possa creare uno reportage fotografico che incroci interesse pubblico e valore etico e politico. Venturi approfondirà  gli aspetti teorici e pratici che accompagnano la creazione e la diffusione di un reportage documentario, condividendo le proprie esperienze e fornendo consigli utili e spunti di riflessione. Il seminario è aperto a fotografi professionisti o esordienti e a coloro che sono interessati ad approfondire la tematica.

Fabbrica delle Candele

Prima di ogni proiezione verrà proposto Emergènza, un mini-documentario a puntate curato da Tiresia, che racconta le problematiche legate alla regolarizzazione promossa dal Decreto Rilancio dello scorso maggio, nella provincia di Forlì-Cesena. In collaborazione con Forlì Città Aperta, il lavoro si interroga sui perché di una criticità da troppo tempo lasciata in sospeso. Le voci dei protagonisti raccontano gli ostacoli e le speranze, spesso disattese, di un provvedimento incompleto fin dalla sua genesi.
Per quanto riguarda le proiezioni, come anteprima della rassegna verrà presentato, alle ore 18.30Storie del Dormiveglia. Si tratta di un documentario poetico e delicato che tratteggia gli ospiti del Rostom, una struttura d’accoglienza notturna per senza tetto situata nell’estrema periferia di Bologna. In sala sarà presente il regista, Luca Magi, e uno dei protagonisti del film, Alex Rovila.

Alle 21.00, ad aprire ufficialmente il festival sarà Molecole, l’ultimo documentario di Andrea Segre, presentato in anteprima alla 77a Mostra del Cinema di Venezia. Il regista, rimasto bloccato nella città lagunare durante il lockdown, l’ ha vista svuotarsi e congelarsi, per essere riconsegnata alla sua natura e alla sua storia, come in qualche modo è successo anche a lui. Vivendo nella casa di famiglia, si è riscoperto ragazzo e figlio. Davide Crudetti di ZaLab, Matteo Lolletti, direttore artistico di MTD!FF20 e Valerio Melandri, Assessore alla Cultura del Comune di Forlì, saranno gli ospiti della serata.

Tutti i giorni sarà aperta una piccola postazione bar organizzata in collaborazione con Villa Bagnolo e Coop Alleanza 3.0.

Meet the Docs! Film Fest, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Forlì, nasce come sintesi del progetto culturale dedicato al mondo dell’audiovisivo The Act of Looking – L’atto di vedere, ideato da Sunset insieme all’associazione universitaria Koiné Onlus Forlì e a Tiresia.