(Sesto Potere) – Forlì – 4 novembre 2021 – Le Agorà democratiche del PD, volute fortemente dal segretario nazionale Enrico Letta, sono lo strumento per aprire un largo dibattito nel paese “sull’Italia e sulla Democrazia che vogliamo” e per coinvolgere un gran numero di cittadini italiani. Il PD attraverso le Agorà intende chiedere il contributo della società civile (singoli, associazioni ecc.) per raccogliere idee e proposte necessarie a dare linfa al proprio programma e alla propria azione politica in Parlamento e nel paese. 

Nelle Agorà saranno coinvolti non solo gli iscritti al Partito Democratico, ma l’auspicio è quello di una grande apertura e di un coinvolgimento di forze e idee più ampio possibile.

“In questo quadro la Federazione del PD forlivese – spiega il segretario territoriale Daniele Valbonesi (nella foto in alto) – ha organizzato una specifica Agorà dedicata ai temi, ai problemi ed alle prospettive della nostra montagna, per aprire così un ampio confronto sulla parte più fragile, economicamente e demograficamente, del territorio comprensoriale, la quale però, accanto a problemi di tenuta del tessuto sociale, presenta anche buone potenzialità di rilancio. La prossima programmazione dei Fondi europei (FESR, FSE, FESR) unitamente a quelli del PNNR, costituisce una opportunità da utilizzare al meglio per dotare le nostre comunità di servizi, strutture ed infrastrutture, oggi particolarmente carenti”.

Elisabetta Gualmini

L’Agorà organizzata dal PD forlivese dal titolo “Il rilancio delle aree interne montane è la condizione per garantire la sostenibilità ambientale ed economica di tutto il territorio”, si svolgerà in modalità on line, il 21 novembre prossimo, con la partecipazione dell’Europarlamentare Elisabetta Gualmini.

L’Agorà avrà la finalità di mettere a punto degli specifici documenti, sia generali che di settore, che serviranno come base per lo sviluppo dell’azione politica del PD, sia nelle sedi istituzionali che nelle comunità della montagna forlivese.

“L’acqua, le foreste, le produzioni artigianali ed agricole di qualità e il turismo sono delle eccellenze da promuovere con intelligenza, tenendo conto che, di fronte al riscaldamento climatico, le aree più interne e di montagna possono acquistare una maggiore appetibilità per chi vuole vivere e lavorare in questi luoghi”, conclude Valbonesi.

Nelle prossime settimane inizieranno a svolgersi, sia in presenza che da remoto, i primi incontri tra tutti coloro che saranno iscritti alla Agorà, che si può trovare sulla Piattaforma delle Agorà democratiche al tema “L’Italia che vogliamo” e nella categoria “Rivoluzione verde e transizione ecologica”. 

(In questo video si possono trovare tutte le istruzioni per iscriversi all’Agorà: https://youtu.be/NAzDdjYxV3E)