Al via il primo weekend di esodo di agosto, traffico da bollino nero, incidenti e sciopero dei casellanti

(Sesto Potere) – Bologna – 3 agosto 2019 – Al via oggi  lungo i 30.000 chilometri di strade e autostrade italiane  il primo weekend di esodo , che sarà da bollino nero, verso le località delle vacanze estive. Con l’obiettivo di facilitare gli spostamenti dei vacanzieri sono state programmate numerose attività e misure da mettere in campo  per garantire in primis la sicurezza degli automobilisti , l’informazione al cliente  e il pronto intervento in caso di incidenti con monitoraggio 24 ore su 24.

autostrade

Incidenti

In mattinata alle 10.30 , sull’ A1 Milano-Napoli, s’è formata una coda a causa di un  incidente verificatosi  tra Valdichiana e Fabro in direzione di Roma, all’altezza del km 419.  Sul luogo dell’evento è presente il personale di Autostrade per l’Italia per agevolare il deflusso della coda.

Sciopero casellanti e autostrade a pagamento

A complicare il viaggio c’è lo sciopero dei casellanti  indetto dalle organizzazioni sindacali  Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporti dalle 10.00 alle 14.00 di domenica 4 agosto e dalle 18.00 di domenica 4 alle ore 02.00 di lunedì 5 agosto.
Autostrade per l’Italia ha attivato una serie di misure per assistere gli automobilisti e favorire gli spostamenti degli italiani in una domenica di forte esodo con il potenziamento dei presidi di pronto intervento e assistenza a chi viaggia Presso le stazioni interessate dai principali flussi di traffico sarà fortemente rafforzata la disponibilità di personale dedicato sia ai servizi di viabilità che al monitoraggio e alla gestione degli impianti, così da garantire un presidio di assistenza e informazione agli automobilisti durante le ore dello sciopero.

Autostrada_A14 Forlì

Il Piano esodo 2019

Il piano 2019 è redatto in collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, insieme a Viabilità Italia, al Ministero degli Interni, all’Aiscat, alla Protezione Civile, alla Polizia Stradale, alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Anas è presente sulle strade e autostrade di competenza con circa 1.100 automezzi5236 telecamere fisse, 1004 pannelli a messaggio variabile e 2.500 addetti. Il monitoraggio h24 della rete e l’assistenza per il pronto intervento verranno gestiti con 200 operatori impegnati tra la Sala situazioni nazionale e le 21 sale operative territoriali, tra cui quella dell’autostrada A2 “Autostrada del

operaio anas

Mediterraneo”, che opera in affiancamento alla Polizia Stradale.

I cantieri

Al fine di garantire una maggiore fluidità del traffico, Anas ha rimosso tutti i cantieri possibili. Resteranno, in via principale, 17 cantieri inamovibili sulle Autostrade e 10 cantieri sui Raccordi Autostradali, impegnati in interventi di potenziamento e messa in sicurezza della rete.

Il numero maggiore di cantieri (15) è presente in Sicilia sulla A19 Palermo-Catania che, come è noto, è oggetto di un importante piano di riqualificazione e di manutenzione straordinaria del valore di oltre 870 milioni di euro. I restanti due si trovano sempre in Sicilia sulla A29 Palermo-Mazara del Vallo e sulla A29 dir Alcamo-Trapani.

Per quanto riguarda i Raccordi Autostradali, sono presenti 6 cantieri sul RA05 Sicignano Potenza, 1 sul RA11 Ascoli-Porto d’Ascoli, 1 sul RA06 Perugia-Bettolle, 1 sul RA02 Salerno-Avellino e 1 sul RA09 Raccordo di Benevento. Completamente rimossi tutti i cantieri lungo l’A2 “Autostrada del Mediterraneo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *