Al via i saldi, Confcommercio: 110 euro di spesa a persona, (-1 mld sul 2020)

0
569

(Sesto Potere) – Roma – 2 gennaio 2021 – Avvio in ordine sparso per i saldi invernali 2021 con le date di avvio che variano tra le diverse città e che potrebbero ancora cambiare in considerazione delle zone rosse dei prossimi giorni. Per ora, secondo il calendario provvisorio diffuso da Confcommercio, la partenza delle vendite promozionali è articolata praticamente nell’arco di tutto il mese di gennaio. In teoria si parte il 2 gennaio in Valle d’Aosta, Molise e Basilicata, il 4 in Abruzzo e Calabria, il 5 in Sardegna e Campania. E dovrebbero essere queste le Regioni dove le date previste potrebbero slittare anticipandole o posticipandole.

Fuori dal periodo dei divieti per le feste invece le partenze del 7 gennaio previste per Puglia, Sicilia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Lombardia. L’Umbria dovrebbe cominciare il 9, il Lazio il 12.

SHOPPING SALDI FOTO DI © DAIANO CRISTINI/SINTESI

Nella seconda metà del mese partenza prevista il 16 per le Marche e la Provincia Autonoma di Bolzano (comuni non turistici).

I saldi arriveranno solo a fine mese, in Liguria, il 29, ed il 30 in Emilia Romagna, Toscana, e Veneto. In queste ultime regioni però come in altre, era stato possibile effettuare vendite promozionali già nei 30 giorni precedenti.
Infine, per comprare in saldo nei comuni turistici della Provincia Autonoma di Bolzano, bisognerà attendere il 13 febbraio.

La stima dell’Ufficio Studi Confcommercio prevede più di 15 milioni di famiglie che faranno acquisti con i saldi invernali 2021 per un ammontare di 110 euro di spesa a persona per un totale di 4 miliardi di euro, un miliardo in meno rispetto ai 5 dell’anno scorso: è l’effetto della limitata circolazione delle persone a causa dei lockdown disposti dal governo per limitare il propagarsi del Covid-19.