Al via a Bologna progetto Ue su illuminazione urbana ed effetti su salute e benessere

0
189
bologna

(Sesto Potere) – Bologna – 10 marzo 2021 – Ha preso il via con una due giorni di incontri fra i partner,  ENLIGHTENme, il progetto di ricerca europeo che studia l’effetto dell’illuminazione urbana sulla salute e il benessere dei cittadini. Sono 22 i partner che realizzeranno studi approfonditi in tre città europee per sviluppare azioni innovative sull’illuminazione al chiuso e negli spazi aperti al fine di migliorare la qualità di vita dei cittadini.

Il Comune di Bologna è partner, assieme alla Fondazione per l’Innovazione Urbana, del progetto coordinato dall’Alma Mater. All’interno della ricerca si realizzeranno studi approfonditi su quartieri target di tre città europee: Bologna, Amsterdam e Tartu.
Attraverso la realizzazione di un “laboratorio di illuminazione urbana”, nelle tre città saranno coinvolti cittadini e tecnici per creare e valutare soluzioni innovative nel settore dell’illuminazione.

Il progetto rientra nel programma europeo di ricerca e innovazione Horizon 2020, sarà finanziato con più di 5 milioni di euro e si concentrerà sul tema della salute urbana, in particolare a seguito dell’aumento dell’esposizione alla luce artificiale: illuminazione domestica e all’aperto, luminosità delle aree urbanizzate, schermi luminosi come cellulari, pc e tablet.

bologna

Conoscere gli effetti dell’illuminazione sulla salute e sviluppare soluzioni innovative permette di contrastare gli impatti negativi causati da un’eccessiva esposizione alla luce artificiale durante la notte o un’insufficiente luminosità diurna che influenza profondamente il ritmo circadiano delle persone, la loro salute e il benessere.
Confrontando gli impatti dei differenti scenari di illuminazione si potranno definire criteri e requisiti tecnici da adottare per garantire l’integrazione della salute e del benessere dei cittadini anche all’interno dei piani urbanistici.

Tanti gli esperti coinvolti provenienti da diverse aree scientifiche, tra cui la pianificazione urbanistica e la ricerca medica. Un approccio transdisciplinare che mette insieme diverse competenze: scienze cliniche e biomediche, etica, ricerca responsabile & innovazione (RRI), interoperabilità e accessibilità dei dati, ma anche scienze sociali ed economiche.

Il progetto si svilupperà nei prossimi 4 anni e vedrà il coinvolgimento della popolazione in ricerche sul campo.

Leggi la pagina dell’Università di Bologna dedicata a ENLIGHTENme e il sito del progetto europeo di ricerca.