Aimi (Fi): tornano i militari di ‘Strade Sicure’ alla stazione di Modena

0
137
operazione strade sicure modena

(Sesto Potere) – Modena – 12 luglio 2021 – “Grazie all’interessamento del sottoscritto e di Forza Italia finalmente ritornerà la pattuglia dei militari di ‘Strade Sicure’ alla stazione di Modena. Un presidio importante, efficace, utile. Un deterrente prezioso che impedirà alle decine di balordi che “stazionano” in quel luogo – prevalentemente stranieri irregolari – di agire con sfrontata arroganza nella commissione di reati predatori e contro la persona”:

Aimi

lo scrive in una nota Enrico Aimi, senatore e coordinatore regionale per Forza Italia Emilia-Romagna, che nei giorni scorsi aveva depositato un’interrogazione al Ministro dell’Interno Lamorgese, per capire quali fossero le motivazioni che avevano portato a rimuovere un presidio ritenuto “importante in una zona altamente problematica”.

“Evidentemente di ragioni non ce n’erano se la pattuglia è stata così repentinamente ripristinata. Il presidio sarà anche di forte ausilio alla Polfer, che sta affrontando una situazione molto delicata e difficile. Sarebbe stata una beffa se, anche dopo l’arrivo di Brumotti e Striscia la Notizia a denunciare il degrado in zona stazione, si fosse eliminato del tutto il presidio fisso dei militari. Intendiamoci, Modena, in seguito alle fallimentari politiche di accoglienza è precipitata in una condizione di pericolosità, con intere zone sottratte alla sovranità dello Stato. Per riportare ordine nella libertà occorre frenare i flussi migratori, rendere effettive le espulsioni e rendere concreta la certezza della pena nei confronti di “personaggi” pericolosi, con curriculum da veri professionisti del crimine, fermati faticosamente alla sera e improvvidamente rilasciati al mattino, come in un insopportabile e demotivante loop.”: conclude Enrico Aimi.