(Sesto Potere) – Forlì 6 ottobre 2021 – I funzionari dell’Agenzia Accise Dogane e Monopoli e i militari della Guardia di Finanza in servizio presso l’Aeroporto “Ridolfi” di Forlì nei giorni scorsi hanno intercettato un flusso di denaro superiore ai limiti di legge, in possesso di un cittadino straniero sbarcato nello scalo forlivese dal volo proveniente dalla città polacca di Lodz.

Il controllo effettuato sul bagaglio al seguito del viaggiatore ha infatti portato alla scoperta di una somma di denaro non dichiarata, superiore ai diecimila euro consentiti dalla legge.

Il D.Lgs. n. 195/2008 sui “movimenti transfrontalieri” prevede infatti che chiunque entri nel territorio nazionale o ne esca trasportando denaro contante di importo pari o superiore a diecimila euro deve dichiarare tale somma all’Agenzia delle Accise, Dogane e dei Monopoli.

Solo dopo aver pagato la sanzione prevista dalla legge il passeggero è potuto rientrare in possesso del denaro.

Il controllo dei passeggeri da parte dei funzionari ADM e dei militari della Guardia di Finanza è posto in essere nell’ambito dell’attività di vigilanza sulla circolazione transfrontaliera di valuta finalizzata alla salvaguardia degli interessi economico-finanziari nazionali e comunitari.