Aeroporto di Forlì, Lo Giudice (Ugl) : “Il ministro Salvini firmi l’ok ai vigili del fuoco”

(Sesto Potere) – Forlì – 18 luglio 2019 – “Come sindacato crediamo fermamente che si debba salvaguardare nella sua interezza  il polo aeroportuale di  Forlì che comprende non soltanto il Ridolfi, ma anche l’  Enav Academy,  l’istituto di formazione per i controllori di volo civili, e il corso di laurea di Ingegneria aerospaziale che forma la figura del tecnico di produzione e progettazione nell’industria aeronautica. Tre strutture che possono e devono convivere in un’ottica di integrazione e sviluppo, non soltanto economico, ma anche di personale specializzato” :

lo giudice

l’affermazione è di Filippo Lo Giudice, segretario generale dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna.

“Su queste basi riteniamo essenziale, in questa fase di stallo, che intervenga il ministro dell’Interno , Salvini, competente per legge,  al fine di autorizzare   la presenza del presidio dei vigili del fuoco all’interno dell’aeroporto Ridolfi di Forlì “: è la richiesta dell’esponente sindacale.

“Il progetto di rilancio dell’aeroporto di Forlì è sostenuto da imprenditori privati  che forniranno opportunità di lavoro a tante persone , un’occasione che deve  essere assolutamente raccolta anche dagli enti pubblici e dalla classe politica  affinché si concretizzino  tutte le condizioni affinché la riapertura dello scalo , e la salvaguardia dell’intero sedime aeroportuale,  si possa concretizzare nell’interesse della città e del nostro tessuto socio-economico”: conclude il segretario generale dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna,  Filippo Lo Giudice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *