(Sesto Potere) – Codigoro, 31 Agosto 2022 – “A livello tecnico, ogni azione di restauro si compone di molte fasi, che scaturiscono dalla ricerca e tendono alla conservazione ottimale. Anche a livello emotivo abbiamo attraversato vari momenti, dall’apprensione per i passaggi più delicati all’orgoglio nel sapere che questi interventi, seppure non eclatanti, assicurano la corretta sopravvivenza di opere di notevole importanza per la comunità e per i turisti, testimonianze di storia, oltre che di bellezza”.

Queste le frasi della direttrice del complesso abbaziale di Pomposa Serena Ciliani, al termine degli interventi di restauro agli affreschi e al crocefisso della Chiesa di Santa Maria. La presentazione al pubblico è prevista per giovedì 22 settembre alle ore 17 presso l’Abbazia di Pomposa.

L’intervento ha riguardato le superfici pittoriche della navata laterale sinistra che, essendo esposta a settentrione presentava uno stato di conservazione più compromesso.

Grande emozione è stata suscitata dal restauro del crocefisso ligneo databile tra la fine del XIV secolo e l’inizio del XV, che è stato già ricollocato sulla parete.

Conclude Giorgio Cozzolino, Direttore Musei Emilia-Romagna: “Siamo onorati di prenderci cura di questi luoghi, non solo attraverso una valorizzazione mirata e di alto livello, ma proseguendo nel percorso di restauro intrapreso dalla Soprintendenza e condotto in sinergia con gli altri Istituti ministeriali del territorio”.