Con la posa della prima pietra hanno preso ufficialmente il via a Rimini i lavori per la realizzazione della nuova Casa della Salute, la prima che sorgerà in città, a fianco del polo ospedaliero.

La nuova struttura – si prevede la costruzione ex novo di un edificio a 5 piani  (1 interrato e 4 fuori terra) con una superficie utile lorda di circa 6mila metri quadrati –  rappresenterà un presidio territoriale di grande importanza per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini di Rimini, in un’ottica di medicina di iniziativa, prevenzione e mantenimento della salute.

Alla presentazione e posa simbolica della prima pietra erano presenti, tra gli altri,  il Sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, l’Assessore alle politiche per la Salute Comune di Rimini Kristian Gianfreda, il Direttore generale Ausl Romagna Tiziano Carradori, il Direttore sanitario di Ausl Romagna Mattia Altini, il Direttore U.O. Progettazione e Sviluppo Edilizio Ausl Romagna Enrico Sabatini, il Direttore delle Attività Socio Sanitarie Mirco Tamagnini insieme a numerosi professionisti.

Attualmente non esiste a Rimini una Casa della Salute ed i servizi sanitari e socio-sanitari territoriali sono erogati in strutture dislocate in vari punti nella città. Non essendo perseguibile riutilizzare strutture esistenti di proprietà Ausl in grado di accogliere sia i servizi di cura primaria che parte dei nuclei di medicina generale, l’unica scelta perseguibile è realizzare un’immobile di nuova costruzione.

La realizzazione del nuovo complesso si sviluppa all’interno di un percorso per la definizione di iniziative comuni di attuazione delle linee strategiche di sviluppo nell’ambito territoriale di Rimini tra Ausl della Romagna e il Comune di Rimini attraverso la permuta di alcuni beni tra i quali l’area di Via Settembrini, adiacente al polo ospedaliero.

La nascita della Casa della Salute – si legge in una nota di Ausl Romagna – in una struttura nuova, situata in una zona della città a ridosso del centro, adiacente al polo ospedaliero e con un ottima accessibilità alle principali infrastrutture permetterà di dare concreta realizzazione alle linee guida regionali.

L’area a disposizione per la nuova Casa della Salute si compone di un ampio terreno contiguo al polo ospedaliero ed al padiglione Ovidio. Ad est, il suddetto terreno confina con il Viale Luigi Settembrini e a nord-est con la strada di accesso al Pronto Soccorso che a sua volta confina con un altro terreno destinato a parcheggi per gli utenti, anch’esso di proprietà dell’Ausl.

La Regione Emilia Romagna ha approvato il Programma straordinario di investimenti in Sanità contenente l’elenco degli interventi da finanziarsi con risorse statali e regionali, tra cui quelle per la realizzazione della nuova casa della salute di Rimini pari ad euro 8.250.000,00, ai quali si aggiungono euro 780.000,00 dell’Ausl della Romagna per un totale di euro 9.030.000.

La fine dei lavori è prevista entro dicembre 2026.