A Ravenna riparte la Grande Macchina del Mondo

(Sesto Potere) – Ravenna – 14 febbraio 2020 – La Grande Macchina del Mondo riaccende i motori sui banchi di scuola a Ravenna a partire da questa mattina. La Scuola Secondaria di primo grado Tavelli sarà la prima scuola a dare il via al progetto sul territorio di Ravenna, con il laboratorio “Rifiutologi 4.0”, l’attività scelta per i 47 studenti che parteciperanno all’iniziativa.

Quasi 9 mila studenti, 111 scuole e 414 classi coinvolte

In totale saranno quasi 9 mila gli studenti delle 111 scuole del territorio ravennate coinvolte nelle attività de la Grande Macchina del Mondo, la proposta didattica, completamente gratuita, che la multiutility rivolge alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado.

Gli studenti delle 414 classi che hanno aderito all’iniziativa si metteranno alla prova con un programma che esce dai libri di scuola e affronta, con metodologie all’avanguardia, tematiche ambientali, idriche ed energetiche con spettacoli, laboratori, esperimenti e giochi a squadre. Tra i temi focus di questa decima edizione ci sono la salvaguardia della risorsa acqua e del mare, l’economia circolare e gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030, con un‘attenzione particolare alla plastica monouso.

I percorsi de La Grande Macchina del Mondo sono pensati per le diverse età degli studenti coinvolti.  Ancora una volta Hera sceglie di puntare sui più giovani offrendo a studenti e insegnanti nuovi spunti e strumenti per favorire buone pratiche quotidiane per il rispetto dell’ambiente verso uno stile di vita più sostenibile.

A Ravenna l’economia circolare inizia dai più piccoli con Rifiutologi 4.0, Trash Robot, Sognambolesco e L’Itinherario Invisibile

Questi sono alcuni dei percorsi scelti tra i 39 disponibili nell’offerta formativa:

Rifiutologi 4.0, un divertente laboratorio che attraverso la metodologia del cooperative learning e l’uso delle nuove tecnologie invita i ragazzi ad avvicinarsi al tema degli imballaggi, scoprire il ciclo integrato dei rifiuti nell’economia circolare e acquisire le regole della raccolta differenziata. La classe sarà coinvolta in un gioco didattico strutturato in modo da esplorare ed evidenziare l’utilità di due importanti strumenti informativi predisposti da Hera: l’app “Rifiutologo” e la nuova edizione cartacea/digitale,del report “Sulle tracce dei rifiuti. Il report sarà fondamentale per analizzare nel dettaglio la filiera delle aziende dell’economia circolare che recuperano e riciclano i rifiuti urbani oggetto di raccolta differenziata e per trovare le risposte necessarie per procedere nella prova.

Trash Robot, l’attività basata sulla metodologia del tinkering in cui si impara “facendo”. Nella prima parte dell’attività, i bambini attraverso l’analisi dei rifiuti che hanno portato in classe, sono invitati a ragionare sul problema della grande quantità di rifiuti che si producono e sulle possibili soluzioni per affrontarlo. I bambini diventano poi protagonisti in prima persona nell’attività di smontaggio e recupero di alcuni dei materiali preziosi contenuti all’interno dei RAEE, rifiuti di apparecchiature elettriche o elettroniche. Gli elementi recuperati saranno utilizzati per costruire piccoli e originali trash robot che, nella parte finale del laboratorio, i piccoli inventori faranno funzionare per osservare forze naturali come la gravità, l’inerzia e l’attrito.

Sognambolesco, lo spettacolo teatrale pensato per i più piccoli utilizza un approccio narrativo, poetico ed emozionale: attraverso la storia di un vecchio mappamondo leggero e un po’ sgonfio introduce i bambini alla raccolta differenziata approfondendo il tema del valore degli oggetti, della loro storia e di come questi possono “rinascere” a nuova vita. Il gioco inizia in classe dove i piccoli studenti potranno realizzare con materiale di recupero i simpatici “personaggi bottiglia” per divertirsi durante lo spettacolo animando il giro giro tondo attorno alla Terra.

La Grande Macchina del Mondo ripropone inoltre, come ogni anno, l’Itinherario Invisibile, il ciclo di visite, virtuali e non, ai principali impianti gestiti da Hera, per scoprire il dietro le quinte della gestione di servizi importanti per i cittadini, accompagnati e orientati dagli operatori Hera. Sono 10 le visite scelte dalle scuole della provincia di Ravenna, fra cui quelle al depuratore di Lugo e all’impianto di selezione dei rifiuti secchi di Voltana.

Un progetto costantemente in evoluzione: quest’anno disponibili le videopillole sull’ambiente, da usare in classe, di Mario Tozzi

Il progetto viene ogni anno aggiornato e rivisto, anche grazie alla preziosa collaborazione e al contributo di insegnanti e alunni, cercando di arrivare alle menti e al cuore dei ragazzi, per farli appassionare e aiutarli a sentirsi responsabili.

Quest’anno per tutti gli insegnanti sono disponibili sette brevi video sui temi ambientalidel Prof. Mario Tozzi, da guardare sul sito www.gruppohera.it/scuole come strumento di approfondimento e riflessione per le loro lezioni. Il primo ricercatore CNR e divulgatore scientifico, propone un’interessante sintesi sulle principali emergenze ambientali del Pianeta, offrendo informazioni, curiosità e dati utili a insegnanti e ragazzi per riflettere sull’esigenza di cambiare il nostro stile di vita.

Tra i temi toccati: le ragioni del cambiamento climatico, la disponibilità e lo sfruttamento delle risorse e l’uso della plastica, con qualche consiglio su che cosa può fare concretamente ciascuno di noi per ridurre il proprio impatto ambientale.

Tante attività e materiali anche sul web: un’opportunità ulteriore

Sul sito del Gruppo Hera dedicato alle scuole, tutti gli insegnanti, anche quelli che non sono riusciti ad accedere ai laboratori, possono poi trovare educational box con contenuti, video, attività da scaricare per realizzare in autonomia percorsi didattici personalizzati, scegliendo quale tematica  tra acqua, energia e ambiente. I docenti hanno a disposizione anche schede stampabili per verificare la ricaduta dei progetti e valutare i temi da approfondire in classe. Tante attività sono disponibili anche nell’area famiglie per imparare e per giocare insieme ai propri figli grazie a educational kit con esperimenti, laboratori, video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *