(Sesto Potere) – Forlì – 24 novembre 2022 – Dopo l’approvazione definitiva del progetto alla fine di agosto, espletata la procedura di gara, il 18 novembre sono stati affidati i lavori di adeguamento idraulico del ponte sul Torrente Bevano in località Casemurate, in Comune di Forlì, lungo la S.P. n. 2 “di Cervia”.

La ditta che eseguirà i lavori è l’impresa Coromano s.r.l. di Fratta Terme.

L’intervento prevede la demolizione integrale del ponte sul torrente Bevano e la contestuale ricostruzione in una nuova struttura mista in acciaio e cemento armato, sopraelevata rispetto all’esistente di circa un metro.

L’adeguamento del tratto stradale, collegato al rifacimento del ponte, interesserà circa 350 metri di strada a due corsie di larghezza pari a 3,50 m ciascuna. É contestualmente previsto il ripristino ed adeguamento dei fossi di guardia, la realizzazione del nuovo tracciato del fosso consorziale, la posa in opera di barriere di protezione laterale e il ripristino degli accessi privati esistenti.

Verrà inoltre predisposta una corsia dedicata all’utenza debole di larghezza pari a mt 2,50, che configurerà un collegamento ai percorsi di mobilità dolce presenti nel territorio, aumentando al contempo la sicurezza per tutte le tipologie di utenza, in particolare di quella ciclo-pedonale.

L’opera, finanziata in parte dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (MIMS) ed in parte con risorse provinciali, ammonta ad un totale di € 1.320.000,00.

Il 22 novembre 2022 è stato consegnato il cantiere alla ditta esecutrice: i lavori avranno inizio terminate le operazioni di demolizione dell’esistente.

Per quanto riguarda la viabilità alternativa al tratto della Cervese interessato dal cantiere, è prevista la realizzazione di un percorso provvisorio a monte del dell’esistente regolato con impianti semaforici che eviterà la chiusura totale del traffico.

L’esecuzione dell’intervento è prevista in quattro mesi e la sua conclusione è stimata entro la primavera 2023, al fine di evitare possibili disagi al traffico che interessa la SP 2 durante i mesi estivi.

“I tecnici della Provincia di Forlì – Cesena e il Servizio Tecnico di Bacino della Regione Emilia – Romagna hanno ritenuto necessario adeguare il ponte, risalente agli anni 60, al corso del fiume e alle sollecitazioni indotte dal traffico, anche pesante, che in quel tratto si avvicina ai 3 milioni di transiti all’anno. – dichiara Enzo Lattuca, Presidente della Provincia – La Provincia è competente su 1.015 chilometri di strade e 570 ponti: insieme ai Sindaci abbiamo programmato, dopo un’attenta opera di censimento e alla determinazione delle priorità secondo lo stato di manutenzione e la portata del traffico, 19 interventi sui ponti del territorio provinciale per un investimento complessivo di 21.000.000 euro per la messa in sicurezza.”