700° anniversario Dante, nella Fortezza di Castrocaro la mostra “Animalia Dantis”

0
198

(Sesto Potere) – Castrocaro – 22 settembre 2021 – Una folla di animali reali e animali fantastici anima la Divina Commedia di Dante Alighieri: da qui l’idea di commemorare il 700° anniversario della morte del Poeta con una mostra di maioliche di quei secoli lontani sulle quali i maestri ceramisti, immersi nella stessa cultura simbolica e figurativa di Dante, vollero rappresentare a loro modo il mondo animale, sia reale che immaginario.

Maioliche che andarono poi ad ornare e servire osterie, mense popolari e signorili di gran parte d’Italia e che adesso si potranno ammirare all’interno della Fortezza di Castrocaro Terme grazie ad un’iniziativa del Consorzio di promozione turistica Castrumcari, in collaborazione con la ProLoco di Castrocaro Terme, a sostegno di un’idea di Elio Caruso, ispettore ministeriale ai beni culturali della vallata del Montone e direttore museale della fortezza di Castrocaro, che ha raccolto in prestito per tre mesi da un anonimo collezionista romagnolo un prestito di trentuno rarissimi esemplari di maioliche arcaiche delle aree romagnola, toscana e umbra dei secoli XIV e XV.

In mostra maioliche – piatti, brocche, tazze, vasetti, boccali e ciotole – caratterizzate dalle tipiche decorazioni in bruno manganese e verde ramina, oltre che dallo stile a zaffera diluita e a rilievo, e riferibili da una parte allo straordinario repertorio figurativo di tradizione etrusca e mediorientale, dall’altro al fantastico mondo dei bestiari medievali.

Gli animali che compaiono nelle maioliche in mostra non sempre rispettano nelle fattezze e nelle proporzioni le reali forme degli animali riprodotti; questo soprattutto per la particolarità dei supporti ceramici a disposizione, dalle forme ovoidali e chiuse dei boccali, a quelle concave e aperte di ciotole e scodelle, a quelle a settori e a dischi, con cavetti e larghe tese, proprie di piatti e piattini.

La mostra è un inconsueto punto di incontro tra l’altissima poesia dantesca e il quotidiano delle stoviglie, entrambe espressioni della cultura medievale, e un’occasione per riscoprire e confrontarsi con un mondo di simboli e di significati quasi dimenticati, ma ancora potenti.

“E’ una mostra unica al mondo”: ha spiegato Elio Caruso che ha catalogato, con la figlia Elisabetta, le maioliche in un libro (edito da ‘Il Ponte Vecchio’) che riprende il titolo della mostra: “Animalia Dantis” – Gli animali della Divina Commedia nelle maioliche arcaiche di Romagna, Umbria e Toscana”, con schede tecniche e riferimenti ai relativi versi della Divina Commedia.

Il sindaco di Castrocaro Marianna Tonellato ha sottolineato positivamente l’idea di commemorare il 700° anniversario della morte del Poeta con la mostra di maioliche in Fortezza, che si aggiunge alle altre iniziative svolte quest’ anno in città per celebrare il Sommo Poeta con: spettacoli, concerti, letture, mostre e proiezione al Palazzo Pretorio di Terra del Sole: “Ci distinguiamo per la qualità delle nostre proposte culturali, che valorizzano ulteriormente le bellezze del nostro territorio, in un costante lavoro di sinergia e collaborazioni per svilupparne tutte le potenzialità”

Plauso anche da parte di Luigi Pretolani, direttore eventi di  Castrumcari , Consorzio di Promozione Turistica di Castrocaro Terme e Terra del Sole.

La mostra allestita alla Fortezza di Castrocaro Terme sarà visitabile da settembre a novembre 2021 con visita al Castello, al Museo storico-archeologico ed esposizioni permanenti e temporanee, negli orari di apertura: sabato domenica e festivi.

Settembre: Sabato dalle 16 alle 20 – Domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20
Ottobre e novembre: Sabato dalle 15 alle 19 – Domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Info e prenotazioni:
ProLoco di Castrocaro Terme 0543/769541
IAT Castrocaro Terme e Terra del Sole 0543/769631

Siti e social:
https://www.proloco-castrocaro.it/il-castello/prezzi-e-orari.html
www.castrocarotermeterradelsole.travel
https://www.facebook.com/ufficioiatcastrocaro/