60mila firme per reintrodurre l’ educazione alla cittadinanza nelle scuole

(Sesto Potere) – Roma – 2 gennaio 2019 – Saranno consegnate e depositate ufficialmente venerdì 4 gennaio alle ore 12 alla Camera dei deputati le 60mila firme raccolte nei Comuni italiani a sostegno della proposta di legge popolare con cui si intende introdurre l’educazione alla cittadinanza come materia obbligatoria nelle scuole. 

Educazione-alla-cittadinanza

La delegazione dell’Anci, che depositerà le firme, frutto della campagna condotta negli ultimi cinque mesi con il sostegno fondamentale di sindaci, amministratori locali, editori dei giornali, professori e studenti, sarà composta tra gli altri dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal segretario generale dell’Anci Veronica Nicotra.

Scopo della legge d’iniziativa popolare è reintrodurre l’Educazione alla cittadinanza come materia curricolare a sé stante nelle scuole di ogni ordine e grado.

Intanto, proprio in vista della consegna del 4 gennaio, tutti i sindaci sono invitati a far pervenire alla sede dell’Anci, non oltre la giornata di oggi, tutti i moduli delle firme raccolte e non saranno considerati validi quelli arrivati per posta elettronica.

“È un grande risultato collettivo: la prima spinta è arrivata dalla buona volontà dei sindaci e di tutti gli amministratori che si sono dati da fare; ma fondamentale è stato l’entusiasmo di categorie – editori dei giornali, professori, studenti, prima di tutto – e naturalmente dei cittadini che hanno fatto propria la campagna e hanno firmato da ogni angolo d’Italia”. Lo dice il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro annunciando che la proposta di legge dei sindaci, appoggiata dalla rete di associazioni #ascuoladieroi, ha abbondantemente superato il numero minimo di firme necessarie.

classe scolastica

Rilevante è stato il contributo di #ascuoladieroi, una rete di 33 associazioni che lo scorso ottobre ha lanciato l’omonima campagna di comunicazione (www.ascuoladieroi.it), ideata dall’associazione di volontariato “Pensiero e Azione” di Forlì per promuovere la raccolta firme.

Ad oggi la rete è costituita da: ACLI Forlì-Cesena, AddioPizzo, ANPI Forlì-Cesena, Avvocato di Strada, Avviso Pubblico, AICS Emilia Romagna, Ass. Mazziniana Italiana, ARCI Forlì, Ass. Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, Da Sud, Ass. Fratelli Spazzoli, Azione Cattolica Forlì-Cesena, CGIL Forlì, CISL Romagna, Con…tatto, Democrazia nelle Regole, Libera (Emilia Romagna e Palermo), Minerva Edizioni, Pensiero e Azione, Risorsa Cittadino, Sulle Regole, Sunset Comunicazione, Transparency International – Italia, UCIIM, UIL Forlì, UISP Forlì-Cesena, Movimento Federalista Europeo (Forlì), Genitori Attivi, L’Isola delle Idee, Consulta del Volontariato di Cervia, Ass. Genitori Gardone Riviera, Libas e Ass. Oltre.