Alimentazione, IV Forum Mondiale Unesco: c’era anche Casa artusi

(Sesto Potere) – Forlimpopoli – 16 settembre 2019 – Anche Casa Artusi era tra gli ospiti del IV Forum Mondiale dell’Unesco sull’alimentazione e la cultura dal titolo “Cultura e alimentazione: strategie innovative per lo sviluppo sostenibile”, in programma il 12 e 13 settembre a Parma, Città Creativa della Grastronomia, grazie alla collaborazione della Regione Emilia-Romagna.

Casa Artusi-World Forum Unesco

Laila Tentoni, Presidente di Casa Artusi, e Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi, insieme ad altri 150 partecipanti – tra cui professionisti, esperti internazionali, rappresentanti del governo e ONG – hanno avvitato una discussione per costruire percorsi innovativi volti a raggiungere l’obiettivo di uno sviluppo sempre più sostenibile, nel rispetto della creatività e delle specificità di ciascuno.

L’occasione è stata preziosa anche per la città di Forlimpopoli e per il suo centro di cultura gastronomica. Sono state presentate a rappresentanti provenienti da tutto il mondo sia le attività del centro culturale dedicato al padre della cucina domestica sia, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna,

marietta-CasArtusi

l’importante appuntamento del 2020: il bicentenario della nascita di Artusi.

Non solo parole, al IV Forum Mondiale Unesco, grazie alla Marietta Nadia, a Parma in rappresentanza dell’Associazione delle Mariette, è andata in scena anche una dimostrazione pratica di pasta fresca fatta a mano,  mito e rito lungo la Via Emilia. La performance live di cucina domestica italiana, particolarmente apprezzata dai presenti, è stata condotta dalla newyorkese storica del cibo Francine Segan, che ben conosce i prodotti e la cultura gastronomica della nostra Regione.

Nella foto da sinistra: la Marietta Nadia, Laila Tentoni, Francine Segan e Carla Brigliadori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *