11 punti per il centrodestra in 3 anni, dimezzati voti del 5 stelle

0
346
scheda elettorale elezioni urna

(Sesto Potere) – Roma – 11 febbraio 2021 – Che effetti hanno avuto gli ultimi sviluppi della crisi di governo sui consensi per i partiti? In base all’ultima Supermedia dei sondaggi politici a cura di YouTrend per Agi ( 1 ) e aggiornata al 4 febbraio, nelle ultime due settimane, dopo l’incarico affidato dal presidente Mattarella a Mario Draghi , il partito cresciuto di più è la Lega di Matteo Salvini (+0,4%), passata dal 23,1% al 23,5%.

Dietro il Carroccio troviamo PD (20%), FdI (16,1%), M5S (14,8%) e FI (7,9%), tutti in lieve calo di uno o due decimi rispetto alla Supermedia di due settimane fa. Nella fascia tra il 3 e il 4% troviamo poi Azione (3,6%), La Sinistra (3,4%) e Italia Viva (3,3%), tutti e tre in lieve crescita rispetto a due settimane fa di una percentuale compresa tra lo 0,1% e lo 0,3%. Infine, appaiati all’1,8% ci sono +Europa e i Verdi.

Negli ultimi mesi i partiti principali sembrano essersi stabilizzati: nello specifico, sono soprattutto la discesa della Lega e la crescita di Fratelli d’Italia ad aver rallentato nell’ultimo periodo.

Se aggreghiamo queste percentuali sulla base delle coalizioni che hanno corso alle elezioni politiche del 2018, osserviamo una crescita di oltre 11 punti per il centrodestra in quasi tre anni di legislatura.

Allo stesso tempo, il Movimento 5 Stelle avrebbe più che dimezzato i propri consensi rispetto al 4 marzo 2018, mentre il centrosinistra sarebbe cresciuto di quasi 6 punti.

Nota sondaggio:
La Supermedia YouTrend/Agi è una media ponderata dei sondaggi nazionali sulle intenzioni di voto, realizzati dal 21 gennaio al 3 febbraio dagli istituti Demopolis, EMG, Euromedia, Ixè, Noto, SWG e Tecnè. La ponderazione è stata effettuata il giorno 4 febbraio sulla base della consistenza campionaria, della data di realizzazione e del metodo di raccolta dei dati. La nota metodologica dettagliata di ciascun sondaggio considerato è disponibile sul sito ufficiale www.sondaggipoliticoelettorali.it.

( 1 ) Leggi l’analisi completa sulla pagina dell’ Agi.