(Sesto Potere) – Rimini – 26 novembre 2021 – Un centinaio di alpini sono mobilitati su Rimini tra giovedì 25 e lunedì 29 novembre per un addestramento di protezione civile che simula i necessari interventi di assistenza alla popolazione nel caso di un terremoto in area costiera.

L’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Rimini, coinvolge varie sezioni dell’Associazione nazionale Alpini dell’Emilia-Romagna (ANA-RER), con cento uomini complessivamente impegnati nell’allestimento di un campo base completo di segreteria organizzativa, nel testare la capacità di risposta di un modulo-cucina da campo che prepara i pasti per un elevato numero di persone, nel mettere alla prova i sistemi di trasmissione radio emergenziali per collegarsi con le squadre operative in ricognizione sul territorio comunale e nei Comuni limitrofi.

E’ prevista infatti l’attivazione delle squadre che verificano sul territorio vari scenari emergenziali alla ricerca di soluzioni, in caso di sisma, criticità idraulica, incendio boschivo.

Si testerà anche l’attivazione di un eventuale supporto sanitario e la tenuta organizzativa del COC di Rimini.

Gli alpini mapperanno le possibili aree di ammassamento della popolazione in caso di sisma, verificando che siano idonee ad assistere i cittadini in maniera consona e sicura.

Durante le giornate di addestramento sarà completata la parte pratica di alcuni corsi di formazione già avviati e previsti nei piani operativi annuali (POA), in particolare quelli sulla logistica, la sicurezza in acqua, l’utilizzo di motoseghe, oltre ai percorsi per abilitare i coordinatori Covid ed i capisquadra.

Le giornate di novembre 2021 rappresentano un’attività tecnico-logistica preparatoria, a supporto dell’Adunata nazionale degli alpini, prevista a Rimini-San Marino tra il 5 e l’8 maggio 2022 e che vedrà confluire sul territorio riminese un alto numero di persone e mezzi.

ANA-ER è l’articolazione regionale dell’Associazione Nazionale Alpini: conta 1382 aderenti ed è iscritta nell’Elenco territoriale del Volontariato di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna, gestito dall’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile.