10 anni dalla morte di don Amedeo Pasini: messa in memoria

0
201

(Sesto Potere) – Forlì – 3 maggio 2021 – Sono passati 10 anni dalla scomparsa di don Amedeo Pasini, ma la testimonianza di questo sacerdote appassionato di Dio e dei fratelli più poveri, non solo è ancora viva, ma è presente con forza nelle tante iniziative di carità attive nella “sua” Parrocchia di San Paolo (fondata nel 1970 insieme a don Mino Flamigni) e negli altri luoghi dove ha vissuto la sua missione sacerdotale (Civitella, Pianta, Fornò, Bagnolo), oltre che nell’intera Diocesi di Forlì-Bertinoro, di cui è stato innovatore nell’ambito della Pastorale famigliare  e dell’Azione Cattolica, di cui fu anche assistente generale per diversi anni.
 
Sabato 8 maggio, alle ore 18,30 presso la Chiesa di San Paolo (via Pistocchi, 19 – Forlì) sarà celebrata una Messa in sua memoria, presieduta dal parroco don Carlo Guardigli, a cui seguirà la proiezione di un video curato da Franco Casadei, parte integrante del libro “C’era una volta un re, bisre, bisconte binè” realizzato 9 anni fa proprio in ricordo di don Amedeo. Alla serata parteciperà anche il vescovo di Forlì-Bertinoro mons. Livio Corazza.
 
La vita di don Amedeo è stata connessa in maniera consistente con quella di don Mino Flamigni, due personalità fortissime, molto differenti, ma con un denominatore comune indiscutibile: una rocciosa fede in Dio e un cuore sempre aperto verso tutti, a cominciare dalle persone più fragili.

Il gruppo di amici di don Mino e don Amedeo, che nel 2020, hanno realizzato in ricordo di don Flamigni (anch’egli scomparso il 24 gennaio 2018) il volume “Don Mino e i suoi amici” nei giorni scorsi, grazie ai proventi della vendita del libro, ha effettuato una donazione di 1.000 euro a favore della scuola di Wajir in Kenia, intitolata al sacerdote forlivese, in sinergia con il Coordinamento locale di sostegno al progetto, composto da  Associazione Paolo Babini, Centro missionario Diocesano Forlì-Bertinoro, Comitato per la lotta contro la fame nel mondo, cooperativa sociale Paolo Babini, Fondazione Eremo Madonna del Faggio e VolontariA onlus. Seguiranno, da parte del gruppo che ha curato il volume, sempre in collaborazione con il già citato Coordinamento, altre donazioni per la medesima finalità.